Negli ultimi due anni Poste Italiane ha assunto 80 persone in provincia di Frosinone, di queste 27 nel 2023. In particolare, 42 unità sono state inserite nel settore del recapito e assegnate ai presidi di distribuzione del territorio, mentre 38 sono i nuovi ingressi che sono andati a rafforzare gli organici degli uffici postali della Ciociaria, tra operatori di sportello e specialisti consulenti finanziari.

Tra i nuovi assunti c'è il giovane Daniele Loreti, di Alvito, direttore dell'ufficio postale di Roselli, frazione di Casalvieri. Venticinque anni, laureato al Conservatorio di Frosinone in tromba, è entrato in Poste Italiane con contratto a tempo determinato da aprile 2022, trasformato a tempo indeterminato dopo dodici mesi.
Prima di essere assunto, Daniele ha svolto tutti lavori molto precari.

«Mi sono avvicinato a Poste Italiane durante la prima ondata Covid-19 - racconta Daniele - anche se già lavoravo in una azienda famigliare, un lavoro temporaneo. Su suggerimento di un amico sono venuto a conoscenza che c'erano delle posizioni aperte sul sito delle poste. Visto che alcune facevano al mio caso ho inserito il mio curriculum e dopo qualche mese sono stato contattato per sostenere i colloqui. Poco tempo dopo, l'assunzione. Svolgendola mia attività in una piccola realtà di 150 abitanti, non è difficile conoscere rapidamente un po' tutti e diventare punto di riferimento. Anche se sono molto giovane - conclude Daniele - mi sono sentito subito a mio agio».