"De Harenae" come la sabbia che di Arnara custodisce le radici, l'archetipo dell'uroboro quale simbolo di eterno, senza fine né inizio. Parte da qui il nuovo progetto associativo arnarese, nato dall'affezione e da una connessione verace che un gruppo di giovani ha scelto di coltivare con e per il proprio paese. L'associazione, costituita a settembre, muove dalla volontà di riscoprire la bellezza della città, promuovendo occasioni aggregative e momenti di condivisione per essere "comunità". Con questo spirito i nove giovani soci, hanno dato il via ad una nuova avventura per la comunità arnarese, con tante idee e proposte. Parola a Camilla Capogna, presidente della neo APS "De Harenae".

"L'idea di questa associazione non è nuova per noi ragazzi, figli di questa terra che amiamo. Per questo abbiamo pensato di rendere ufficiale questo legame, per poter lavorare e contribuire fattivamente con un programma strutturato e iniziative di vario genere. Il progetto, nato da menti arnaresi, è stato sposato anche da alcuni membri di paesi vicini; il nostro obiettivo è promuovere un percorso comune di promozione territoriale, fatto di esperienze, amicizia e spensieratezza.
Dopo la presentazione ufficiale di novembre, a dicembre è stata organizzata la prima gita "fuori porta" ad Arezzo, alla quale hanno preso parte circa 50 persone. La risposta dei partecipanti è stata la restituzione migliore: l'entusiasmo della giornata sarà un ottimo motore per proporre occasioni simili nel prossimo futuro. Per salutare il nuovo anno, vi aspettiamo oggi presso lo storico Caffè Roma per un brindisi insieme."

E se nella volontà dei giovani sta il futuro delle realtà locali, i ragazzi di "De Harenae" hanno tutte le intenzioni di ripartire, con entusiasmo ed energia, proprio dall'autenticità di Arnara in tutte le sue declinazioni.