I bambini delle Parrocchie di Veroli Centro hanno voluto festeggiare il Natale, con i familiari e gli amici, mettendo in scena il presepe vivente lungo le vie e le piazze del centro storico della bella cittadina ernica. I preparativi sono stati coordinati da don Andrea Viselli, che si è avvalso di un gruppo di volontari, e sono iniziati qualche settimana prima della messa in scena, programmata per sabato 17 dicembre e allestita con la massima cura.

L'entusiasmo e la gioia dei piccoli attori hanno reso particolarmente emozionanti le brevi scene, tratte dai Vangeli, che hanno guidato i visitatori lungo la strada verso il cortile dell'Episcopio, dove è stata inscenata la natività: dall'annuncio dell'Arcangelo Gabriele alla visitazione ad Elisabetta, fino al primo Natale della storia. Nel mezzo, tante sorprese: scenette di vita quotidiana, momenti di divertimento ma, soprattutto, di riflessione spirituale e di autentica fede.

L'adesione gioiosa dei bambini, che hanno accolto con slancio e felicità l'invito di don Andrea, ha smosso il cuore dell'intera Veroli, accorsa ad assistere al miracolo del Natale. A dare il benvenuto al neonato Gesù, anche il sindaco di Veroli Simone Cretaro, l'assessore ai Lavori Pubblici Augusto Simonelli e don Angelo Maria Oddi. Accompagnati dai familiari, dagli amici e da tantissimi curiosi, gli attori in erba hanno sfidato la rigida temperatura e la breve pioggia che, per cadere, ha voluto attendere la fine della rappresentazione, forse distratta anch'essa dalla bellezza del momento. Tanta la commozione per l'animo puro dei bimbi che, con l'innocenza della loro età, hanno partecipato seri, composti e felici, al più grande dei misteri: un Dio che si fa bambino tra i bambini.