Dopo la riapertura del teatro comunale - celebrata con due applauditissimi concerti dell'Orchestra Filarmonica della Calabria diretta da Filippo Arlia il 26 novembre e, il giorno seguente, con una rivisitazione de "La dodicesima notte" di Shakespeare da parte della compagnia Fiuggi Teatro Scuola - l'assessore alla cultura e al centro storico Marina Tucciarelli ha voluto riaprire ufficialmente anche la sala esposizioni che affianca quella teatrale, con un evento di grande risonanza.

Sabato scorso il sindaco Alioska Baccarini e l'assessore Tucciarelli hanno inaugurato una retrospettiva attesa a Fiuggi ormai da anni. "L'arte di Vittorio Magini nelle case di Fiuggi" è stata una "mostra-evento"della durata di un fine settimana, che segna solo il punto di partenza di un nuovo corso per il pregevole spazio espositivo nell'ex Grand Hotel. Tanta storia e cultura in un edificio che, dal 1910, ha ospitato personaggi celebri e importanti spettacoli, e che l'amministrazione, dopo gli importanti lavori di ristrutturazione, vuole riportare sempre più agli antichi splendori.

E se il teatro, oltre a un già nutrito programma, è stato predisposto anche per proiezioni cinematografiche - riportando la settima arte a Fiuggi, come sottolinea l'assessore Tucciarelli - la sala "bomboniera" è stata dotata di un'installazione che suggerisce il percorso di visita alle opere. Quelle dell'indimenticato Vittorio Magini presenti per l'inaugurazione provengono, come dice il titolo, dalle case degli eredi e di amici: un vero patrimonio per la comunità fiuggina, con un numero considerevole di dipinti su tela e su tavola, disegni, ma pure incisioni e sculture.