Gruppo scout FR3 Madonna della Neve in festa per i 45 anni dalla fondazione. Il 19 novembre si terrà una messa di ringraziamento e in memoria di tutti gli scout defunti. La celebrazione sarà presieduta dal vescovo della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino, monsignore Ambrogio Spreafico.
Da una intuizione del professore Lorenzo Patrizi, storico capo scout di Frosinone e l'allora giovane parroco, Padre Adelmo Scaccia, nacque quello che oggi è il gruppo scout Frosinone 3 Parrocchia Madonna della Neve.

«Era il settembre del 1977, dove dopo una fase preparatoria, l'avventura, ebbe inizio, con l'arrivo dei primi ragazzi e la formazione della prima squadriglia, le Volpi, composta dal primo Capo Squadra Marco Gallon, Pietro Antonucci, Giampiero Notarcola, Pro Candido, Tommaso Giovannangelo e Giuseppe Della Peruta, che il 25 novembre del 1977, fece la prima riunione». È quanto racconta Roberto, memoria storica del gruppo scout, con notizie prese dal libro di Enzo Patrizi "Memorie di un'avventura".

«Sono passati quasi 45 anni il gruppo è cresciuto, oggi conta circa 280 censiti, uno dei più grandi dell'associazione F.S.E. Tutto ciò, è stato possibile, grazie a tanti fattori: capi qualificati, famiglie disponibili. Tanti ragazzi, che da sempre riempiono le varie unità. La grande disponibilità della comunità degli Agostiniani Scalzi. La città di Frosinone che ha sempre riconosciuto la valenza educativa dello scautismo. Un grande vescovo monsignore Ambrogio Spreafico che ha spinto tutti i gruppi presenti nella Diocesi, esortandoli, sempre a fare del proprio meglio e a lasciare il nostro territorio, migliore di come lo abbiamo trovato».
Durante l'anno scout ci saranno vari momenti, per ricordare la nascita del gruppo, spalmati in attività diverse.

Sabato 19 novembre, dunque, alle ore 18.30 nella chiesa della Madonna della Neve la santa messa presieduta da Sua Eccellenza Ambrogio Spreafico «in ricordo di tutti i ragazzi/capi/genitori che hanno fatto parte della grande famiglia del gruppo FR3 e per ringraziare il Signore, di quarantacinque anni di strada fatta insieme - aggiunge Roberto - Ma altre iniziative sono previste durante l'anno per concludersi a Lisbona, in agosto, dove tanti Rover e Scolte, insieme ai Capi, parteciperanno alla Giornata mondiale dei giovani, insieme a Papa Francesco».

Chi volesse far parte del mondo degli scout può rivolgersi alle parrocchie di Frosinone che fanno parte del distretto o a Ceprano e a Paliano. Un mondo in cui ci sono regole ben precise da rispettare, ma che preparano a divenire buoni cristiani e cittadini con valori importanti che faranno dei piccoli e grandi scout persone pronte a essere di aiuto al prossimo, a essere in prima linea nel volontariato e a contribuire, sicuramente, a rendere il mondo migliore.
Quattro gruppi in totale sono quelli del capoluogo (gruppo Frosinone 1 Cattedrale Santa Maria, Frosinone 2 Ss.mo Cuore, Frosinone 3 Madonna della Neve e Frosinone 4 Sacra Famiglia), uno di Ceprano e l'altro di Paliano.