Il fascino delle auto inglesi e delle piccole spider leggere che esaltavano gli amanti della guida sportiva: sono questi i ricordi che riaffiorano quando si rievoca il nome MG. Due lettere che stavano per Morris Garage, un concessionario di Oxford che nel 1922 decise di produrre delle vetture decappottabili su telai modificati. Diventata presto MG Cars, la nuova società venne assorbita dalla British Motor Corporation nel 1952 e, dopo ulteriori passaggi di proprietà, acquistata nel 2007 dalla cinese SAIC Motor che decide di rilanciarla con modelli che ben si inseriscono nel contesto attuale dell'automobile.

Dimenticate quindi le mitiche MG A, B e Midget del passato, la gamma odierna punta decisamente su crossover e suv, che incontrano maggiormente i gusti del pubblico, nonché sull'elettrico.
In questi giorni il marchio ha presentato un nuovo modello destinato a ritagliarsi un suo spazio sul mercato delle hatchback elettriche, una 5 porte compatta (è lunga 4287 mm) dalle linee molto dinamiche e non prive di dettagli originali. La MG4 Electric colpisce subito con il suo frontale dai tratti affilati e il cofano spiovente quasi da coupé che va a ricongiungersi con un paraurti dal disegno sportivo e dalle ampie prese d'aria.

La fanaleria è molto elaborata, con gli indicatori di direzione verticali e le luci diurne (con ben 28 led) che formano sei strisce verticali in fibra ottica. La fiancata è caratterizzata da una forma a cuneo movimentata da forme scolpite all'altezza dei passaruota e da una grossa protezione di colore nero nella parte bassa delle portiere. La coda è probabilmente la parte più elaborata e distintiva della vettura, grazie al disegno delle luci posteriori (con 172 led) che si inseriscono nel prolungamento della fiancata e allo spoiler posteriore a doppia ala all'estremità del tetto. Completa il look dinamico del posteriore la parte bassa del paraurti di colore nero/grigio, simile a un grosso estrattore. Oltre all'arancione brillante scelto per il lancio sul mercato, la MG4 Electric sarà disponibile anche nei colori Pebble Black, Dover White, Medal Silver, Andes Grey, Diamond Red, Brighton Blue e Fizzy Orange.

Nell'abitacolo troviamo interni dallo stile minimale e una plancia dal disegno lineare in cui spiccano il volante a due razze e i due schermi piatti dedicati alla strumentazione digitale e, quello più grande al centro, all'infotainment. Il design della console centrale ha infine permesso di creare uno spazio portaoggetti sottostante piuttosto generoso.
La MG4 Electric è una trazione posteriore con una distribuzione del peso 50:50 che la rende particolarmente agile nella guida. Scatta da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi e consente un'autonomia (WLTP) di 350 e 450 chilometri a seconda del tipo di batteria scelta (da 51 o 64 kWh). La ricarica rapida fino all'80% avviene in appena 35 minuti. I preordini della MG4 Electric sono già aperti, con prezzi a partire da 30.000 euro.