Il palco di Ponza Estate 2022 alla Caletta del Porto, per la rassegna "Incontro con l'autore", ospiterà questa sera alle 21.30 la presentazione del libro "Lina. Partigiana e letterata, amica del giovane Calvino": lettere, poesie e scritti inediti di Lina Meiffret, Fusta Editore, scritto da Daniela Cassini e Sarah Clarke: contributi di Donatella Alfonso e Romano Lupi.

La serata è organizzata dal Comune di Ponza e dal Centro Studi e Documentazione Isole Ponziane. Parleranno dell'opera insieme a Sarah Clarke, una delle autrici, Rosa Anna Conte, presidente del Centro Studi, Simonetta Garavini, Enzo Di Giovanni. L'opera di Clarke e Cassini è, come si legge nella quarta di copertina, "la storia di una donna forte e coraggiosa, la lotta al nazifascismo insieme alle figure più grandi del periodo, la deportazione in Germania, infine il suo lungo silenzio accompagnato dalla scrittura. È questo il racconto degli anni difficili della Resistenza, dell'intrecciarsi di tante vite che si muovono tra il Ponente ligure, Sanremo, Bordighera e l'entroterra, il Piemonte e l'isola di Ponza, in un continuo scambio ideale e letterario, da allora e per tutta la vita. Una ricchezza di esperienze che viene proposta con fotografie d'epoca, testimonianze storiche e giornalistiche, documenti originali e inediti".

Dopo la fine della guerra, Lina si ritirò nella solitudine dell'isola di Ponza e delle baite in Val Badia. A Ponza viveva su un'altura di Frontone e tra gli isolani più avanti negli anni c'è ancora chi ne conserva un grato ricordo: la chiamavano "la gattara" perché era sempre circondata da gatti ma nessuno forse sapeva del suo drammatico vissuto. Era nata nel 1917 ed è morta nel 2004. Proprio Rosa Anna Conte, ex docente, che questa sera parlerà di lei e del libro sulla sua vita, ne ha tracciato un ritratto accurato e intenso, diviso in tre parti, nel marzo 2021 sul sito Ponzaracconta, di cui è una delle più valide redattrici, occupandosi soprattutto di argomenti di carattere storico.