Meghan Markle è davvero instancabile, a poco più di un mese dal parto (ma qualcuno dice che potrebbe avvenire anche molto prima) la duchessa del Sussex è al fianco del marito Harry d'Inghilterra, sul palco della Wembley Arena di Londra, in occasione del WE Day Uk 2019. La partecipazione di Meghan - sottolinea oggi.it - non era in realtà ufficialmente prevista, ha voluto fare una sorpresa al marito che doveva tenere un discorso in occasione dell'evento.

I duchi del Sussex sono appena tornati da una visita ufficiale in Marocco che ha destato non poche polemiche, soprattutto per i soldi spesi per il look di Meghan e la duchessa era appena stata, questa volta da sola, a New York per festeggiare con le amiche l'arrivo imminente del suo royal baby. E anche qui le critiche non erano mancate.

E se la festa in occasione dei 50 dall'Investitura di Carlo d'Inghilterra a erede al trono aveva visto dopo molto tempo nella stessa stanza Harry, Meghan, William e Kate - prosegue oggi.it - di certo il gelo tra le due cognate non si è dissipato… infatti le due duchesse pare non si siano nemmeno rivolte la parola.

Intanto - aggiunge leggo.it - Sembra che lavorare per Meghan Markle sia un incubo. Amy Pickerill è una delle ultime persone arrivate nello staff che si occupa di soddisfare le esigenze della duchessa di Sussex e la quarta assistente che si licenzia in poco tempo. Più che bisogni, la moglie del principe Harry avrebbe delle pretese. Amy ha annunciato che lascerà il suo posto di lavoro subito dopo la nascita del primo figlio della coppia, prevista per la fine del prossimo mese.

Secondo quanto riporta il Daily Mail, Kensington Palace ha voluto specificare che la duchessa è dispiaciuta per le dimissioni, ma che augura tutto il meglio alla sua assistente. Eppure dovrebbe essere abituata. In pochi mesi le sue assistenti hanno fatto la stessa identica fine. Stesso copione per gli altri membri dello staff: tutte si sono rivelate incapaci di gestire il carattere e i capricci della duchessa. Ci sono già passate Samatha Cohen, Melissa Touabti ed Edward Lane Fox, mentre la guardia del corpo di Meghan aveva chiesto un trasferimento per non specificati "motivi personali".