Rocío Muñoz Morales ha un inizio estate impegnato: in queste settimane la compagna di Raoul Bova scrive iodonna.it si trova in Spagna dove sta conducendo il Ballando con le stelle iberico, inoltre sta girando, tra Roma e il Trentino, la quinta stagione della serie Un passo dal cielo. «Trascorro più tempo in aereo che a terra», ha rivelato ridendo. Domenica 10 giugno ha compiuto 30 anni. Un traguardo importante per l'attrice, modella e ora anche conduttrice, di Madrid che dopo l'incontro con Bova sul set del film Immaturi –Il viaggio (era il 2012) ha fatto dell'Italia la sua seconda casa.

Il pubblico ha imparato a conoscerla, prima con la fiction di Raiuno, interpretata da Terence Hill, e poi grazie alla partecipazione a Sanremo nel 2015 (lo stesso anno nasce la figlia Luna). Insomma in un batter d'occhio Rocío tocca il cielo con un dito. "I trenta anni? Non ci penso molto, da una parte mi spaventano, dall'altra vivo come se niente fosse, anche se inconsapevolmente so che sta accadendo qualcosa di importante. Continuerò a essere la mamma, la compagna e la lavoratrice di sempre. Ecco il due davanti all'età mi mancherà un po'– ride –ma la vita è un regalo meraviglioso che porta con sé dei momenti di caduta.

Ogni anno mi dico: "Quest'anno è stato pazzesco, il prossimo sarà meno bello. E invece la vita mi sorprende per le emozioni che continua a regalarmi". L'esperienza con "Bailando con las estrellas", le chiede iodonna.it ? "Mi sono messa alla prova. Le prime puntate sono state complicate: tre ore di diretta sul primo canale nazionale non è proprio una passeggiata. Ora però sono diventata padrona del mio spazio e riesco a divertirmi ". Il ballo e Raoul Bova. "Non sono ancora riuscita a convincerlo, ma Raoul ha un animo da tanghero, è un uomo d'altri tempi che ama conquistare, ama sentirsi uomo e sedurre la propria donna anche con un "buongiorno". Non abbiamo preso lezioni per ora, però in futuro chissà…".