Al "Christmas Village", il villaggio del Natale nel cuore di Frosinone, in scena al Parco del Matusa prende il via oggi "Bollicine sotto le Stelle". Cinque giorni, da oggi al 31 dicembre, per brindare in attesa dell'ultimo dell'anno. Degustazioni di qualità con oltre cento etichette per tutti gli appassionati. Tra mercatini, pattinaggio sul ghiaccio, Santa Claus Factory e attrazioni a tema, l'atmosfera sarà "frizzantina" e dedicata a tutti gli amanti delle bollicine. Un appuntamento unico nel suo genere per conoscere il meglio della produzione spumantistica italiana e internazionale. Il tutto accompagnato da musica e eventi per attendere l'ultimo giorno dell'anno in allegria.

E tra i tanti eventi, questa sera alle 19, l'appuntamento è con "Daiana Lou" da Roma a Berlino, passando per X-Factor: armonie acid blues e pulsazioni ritmiche. La "Streetherapy" del duo ciociaro regalerà emozioni a tutti gli avventori. 

Daiana Mingarelli e Luca Pignalberi sono i volti di DAIANA LOU. Una storia d'amore che ha saputo coniugare due diversi percorsi musicali, creando uno stile originale e unico grazie al forte contrasto delle loro personalità artistiche. Il duo è composto da Luca, che suona la chitarra, kick e hi-hat allo stesso tempo, creando armonie acid blues e pulsazioni ritmiche esplosive e dalla voce di Daiana spazia dal sussurro a melodie potenti e groovy seguendo il ritmo di Luca suonando il rullante. Hanno iniziato a Roma come musicisti di strada e, con l'aiuto del feedback ricevuto nelle offerte internazionali, hanno deciso di testare la piazza tedesca durante una vacanza a Berlino, che in breve tempo è diventata la base della loro attività di artisti di strada. In Germania, c'è stato un immediato aumento di consenso. In alternanza con le loro esibizioni di strada, hanno suonato molti eventi dal vivo prestigiosi come il Melodica Festival di Berlino.

A settembre 2016 Alvaro Soler li ha scelti come una delle tre band per la decima edizione di X-Factor Italia, che ha permesso al duo di farsi conoscere dal grande pubblico.
Durante il quarto spettacolo dal vivo, Daiana Lou ha deciso di esternare i propri sentimenti sulla difficoltà artistica di adattarsi alle dinamiche di quel format televisivo dimostrando le loro sincere emozioni come esseri umani che vogliono semplicemente fare musica senza grossi effetti speciali. Lasciata alle spalle l'esperienza televisiva, hanno iniziato a lavorare in studio per registrare il primo album "STREETHERAPY", che è il riassunto di tutti gli avvenimenti degli anni precedenti. Il duo ha iniziato a promuovere l'album autonomamente suonando in tutte le strade d'Italia, clubs e festivals tra cui il più importante di tutti i festivals di street art: il Ferrara Buskers Festival sia nel 2018 che nel 2019 scelti come artisti invitati, esperienza sicuramente incisiva per il duo tanto da portarli a parlare del Festival anche nel loro nuovo album.

NUOVO ALBUM DISPONIBILE DAL 29 NOVEMBRE 2019
"Coordinates for colorful egos" Sound del nuovo studio album Gli anni trascorsi a Berlino hanno influenzato profondamente il suono del duo, che è il punto d'incontro tra la musica di strada e il suono elettronico dei club di Berlino. Lo spettacolo che propongono è pieno di ingredienti: momenti eterei, psichedelia, soft punk melodico, trip hop mescolato a interpretazioni profonde e intime. Il "busking" ha permesso loro di vivere le bellezze e le contraddizioni della società attuale da un punto di vista privilegiato.
La strada è la principale connessione per la frenesia del mondo. Per anni il duo è stato la colonna sonora di tutte le mille storie che hanno visto per strada ...
un uomo che visita la sua amata, la curiosità dei bambini dopo la scuola, il nostalgico sguardo di una coppia di anziani, la trasgressione punk, la danza di un senzatetto, l'eleganza degli uomini d'affari ... nonostante le vite apparentemente diverse, per un po 'di energia magica a un certo punto si trovano tutti silenziosamente – ad ascoltare la loro musica.
Tra le tante persone che si sono fermate ad ascoltarli in questi anni, un incontro tra tutti si è imposto in maniera decisiva nella carriera di Daiana Lou.
Nell'estate del 2017, durante uno dei loro concerti a Mauerpark (Berlino) il produttore Peter Hoffmann di fama mondiale si ferma ad ascoltarli, ne rimane folgorato e li invita ad una recording session nel suo studio a due passi da Amburgo. Dall'inverno del 2018 nasce questa collaborazione con lo scopritore, inventore e produttore dei pluripremiati Tokio Hotel.
Insieme al produttore Peter Hoffmann si associa anche Jonas Schumann, giovane e talentuoso produttore tedesco. I Daiana Lou hanno ora trovato partners, che riescono a mettere insieme la loro esperienza musicale al sound inconfondibile del duo. L'attenzione ai dettagli e il coraggio di creare un tipo unico di musica gioca una regola fondamentale in questo nuovo progetto discografico. Il loro album vive di immagini e migliaia di storie tradotte in musica. Nell'album COORDINATES FOR COLORFUL EGOS ci sono 16 brani, 4 dei quali in Italiano.

E' la prima volta che il duo si esprime nella propria lingua e lo fa parlando di problemi sociali molto forti dal punto di vista di un'autrice donna che combatte per essere felice e che non subisce gli eventi ma ne è lei stessa artefice. Daiana Lou danno voce a chi ce la mette tutta per rendere il mondo un posto più vivibile, a chi non si arrende di inseguire i propri sogni, a chi non smette mai di aiutare gli altri, a quelle madri che combattono per avere figli e non ci riescono, a quelle che invece ci riescono e lottano ogni giorno per crescerli in modo sano, alle coppie gay che nel 2019 devono ancora combattere per essere riconosciute e che , per l'amor del cielo, desiderano essere genitori, a chi subisce abusi perchè impossibilitato a reagire. Il messaggio di questo nuovo album è assolutamente positivo. Cercare di conquistarsi la felicità facendo del bene, non elargendo male ed essere puri di cuore, sempre pronti a stupirsi e ascoltare. Ascoltare le storie che si incontrano perchè possano arricchirci e perchè, forse, nel nostro piccolo, con parole buone, potremmo magari far dimenticare a qualcuno i propri problemi anche solo per qualche minuto.

CANZONI TRATTE DALL'ALBUM

ADDICTED A volte si parla di violenza domestica giudicando chi si ritrova a subirla come debole e quasi come se meritasse ciò che subisce. Addicted è il punto di vista di chi subisce. Di chi vorrebbe scappare ma non ce la fa. Di chi prova il senso di disgusto specchiandosi e non riconoscendosi. Ad ogni abuso, ad ogni pugno, ad ogni calcio...
una pulsazione in gola. Quella pulsazione è "Addicted".
THE THINGS THAT YOU'VE DONE
Essere sotto i riflettori ti fa sentire speciale, importante e invincibile. Tuttavia sei ancora un essere umano con tutte le sue paure e tutte le sue debolezze... le stesse che avevi prima di salire sul palco. Dobbiamo sempre ricordare da dove veniamo mantenendo la bussola saldamente a nord.
MISERY
Quando qualcuno cerca di manipolarti e ingannarti, fingendo di amarti e te ne rendi conto ... allora la bomba esplode. Senti la rabbia, l'amarezza, la vendetta che fluisce nelle tue vene, pensi a tutte le cose che vorresti urlargli contro. Ma in quel momento devi pensare: "basta! Non ne vale la pena. I tuoi sogni sono molto più grandi di così, non ci pensare più, proteggi il tuo grande amore! ". E tu lo fai.
SUERTE Un inno alle mamme migranti, che pur di salvare la vita ai loro figli decidono di imbattersi in un viaggio pericolosissimo, durante il quale, molte di loro non ce la fanno.
Suerte è il loro inno, è l'inno al miracolo della vita. Un inno che celebra la forza del colore della pelle e che celebra la maternità, l'essere madre e allo stesso tempo guerriera per i propri figli.