Arriva al teatro comunale "Nestor" di Frosinone il nuovo esilarante spettacolo del comico romano Maurizio Battista: "Scegli un carta". Il titolo dello spettacolo fa un po' il verso alle scelte della vita in cui si giocano tante carte, alcune giuste altre meno. Scegliere una carta vuol dire prendere delle decisioni e non è mai una scelta facile per nessuno. Sul palco da una scatola di chemin de fer Maurizio Battista tirerà fuori di volta in volta una carta e in ognuna di esse ci sarà un argomento che darà il via ad un suo monologo.

Anche tutta la scenografia e la grafica dello spettacolo avrà come tema le carte francesi. Parlando di mazzi di carte non può mancare il più grande mago e manipolatore di tutti i tempi: il mago Silvan che si esibirà con giochi di prestigio con le carte, ma anche con due grandi illusioni. Un consiglio per gli spettatori: "giocatevi questa carta" e buon divertimento. Dopo Battista, il 22 febbraio (alle 21) spazio a Giuseppe Giacobazzi in un dialogo, interiore ed esilarante, di 25 anni di convivenza a volte forzata.

Venticinque anni fatti di avventure ed aneddoti, situazioni ed equivoci, gioie e malinconie, sempre spettatori e protagonisti di un'epoca che viaggia a velocità sempre maggiore. Dove in un lampo si è passati dalla bottega sotto casa alle "app" per acquisti, dal ragù sulla stufa ai robot da cucina programmabili con lo smartphone; il tutto vissuto dall'uomo Andrea e raccontato dal comico Giacobazzi. Come in uno specchio, o meglio come in un ritratto (l'omaggio a Dorian Gray è più che voluto), dove questa volta ad invecchiare è l'uomo e non il ritratto.

Un mese dopo, il 22 marzo, è Teresa Mannino con "Sento la Terra girare" ad essere protagonista. Uno show scritto da lei stessa insieme a Giovanni Donini caratterizzato dalla sua comicità graffiante, leggera, intelligente e sottile. Le sue storie dalla Sicilia attraversano tutta l'Italia per accendere un sorriso, far riflettere, scatenare una risata. Il suo percorso artistico si snoda tra esperienze comiche di palcoscenico e piccolo schermo, radio e cinema, per approdare infine ad un mondo fatto di storie, emozioni e testimonianze. A chiudere questa serie di spettacoli sono, il 29 marzo, alle 21.30, Tullio Solenghi e Massimo Lopez.