Una "giornata per una rosa". L'evento a cura dell'attivista Fernando Miele è in programma per giovedì in via Cerro Antico 16, a Cassino, dove ci sarà l'esposizione dei lavori artistici di Lidia De Luca, "l'insegnante sognante" che da anni è malata di Alzheimer. Il ricavato sarà infatti donato alle promozioni a sostegno della malattia di Alzheimer.

Questo il programma: alle 10 la Santa Messa in onore di Santa Dinfna, protettrice dei malati di Alzheimer; alle 11.15 il convegno "Perchè raccontarsi" nel corso del quale interverranno Angela Abbatecola, Claudia Bauco, Carmela Bucca e Danilo Salvucci. A seguire un aperitivo in giardino. Già quest'estate l'attivista Miele aveva organizzato un evento in onore di Lidia per sensibilizzare tutti sul tema dell'Alzheimer, ed oggi ricorda: «Tanti sono stati i commenti e complimenti a Lidia da parte dei presenti per la sua forza di reazione nelle due serate. Ognuno gli ha espresso un suo pensiero. La cosa più toccante sono stati gli abbracci che lei è riuscita a ricambiare normalmente e affettuosamente con tutte le colleghe e tutti gli altri invitati. Quel che è emerso dalle due serate -dice Fernando Miele- è che l'Alzheimer ha bisogno di essere combattuta non solo con medicine, forse dovrebbero essere l'ultima cosa, ma con l'affetto di tutti, l'allegria di tutti e con i ricordi anche i più banali. Far resistere fino a notte tardi una persona che si avvicina quasi al terzo stadio dell'alzheimer è difficilissimo, eppure Lidia ha resistito fino all'una di notte». L'Alzheimer va dunque "sconfitto" con l'allegria e con la socializzazione. Giovedì si bissa.