Si è tenuta nel pomeriggio di ieri, nella Sala della Ragione, nel palazzo comunale della città di Anagni, la presentazione del libro "Medioevo monastico: il racconto dei libri".
Il volume è il terzo di una serie di pubblicazioni, sull'importante periodo storico, che la Banca Popolare del Frusinate ha finanziato nella nostra provincia. «La scelta di presentare questo libro qui oggi non è casuale -ha commentato il presidente della Bpf, Domenico Polselli- Questo luogo rappresenta a pieno il periodo storico oggetto della ricerca. In questo libro vengono, infatti, presi in esame fatti e personaggi legati al territorio» ha proseguito il numero uno di Bpf, sottolineando quanto per l'istituto di credito sia importante dare valore alla cultura ed alla storia del territorio. «Abbiamo scelto di sposare questo progetto perché crediamo che fare banca significhi anche essere vicini alle famiglie, oltre che alle imprese, e far crescere la cultura perché, a mio avviso, la cultura è alla base dell'economia » ha dichiarato Polselli.
All'evento hanno presenziato, oltre ai vertici dell'istituto bancario, anche il rettore dell'Uniclam, Giovanni Betta, il vescovo della città dei Papi Lorenzo Loppa e il Prefetto di Frosinone, la dottoressa Emilia Zarrilli che ha dichiarato: «Qui si respira un connubio tra la storia e la cultura proprie del nostro territorio. L'iniziativa realizzata della Banca Popolare del Frusinate è encomiabile e dà valore alla nostra provincia».
A presentare il libro Lidia Buono, dottoressa del Dipartimento di scienze umane, sociali e della salute dell'università di Cassino e del Lazio meridionale ed autrice del volume scritto a quattro mani con il professor Franco De Vivo, docente della stessa università. Presenti in sala autorità e rappresentati delle forze dell'ordine, oltre a studiosi e cittadini comuni che sono stati omaggiati con una copia del volume. L'obiettivo della Banca Popolare del Frusinate, che ha valorizzato e promosso anche le due pubblicazioni precedenti, incoraggiando la ricerca storica intrapresa in collaborazione con l'Uniclam, è quello di favorire una conoscenza più approfondita sul tema e sui personaggi del Medioevo nel nostro territorio, una conoscenza che possa diventare un mezzo trainante per lo sviluppo del turismo in tutta la provincia.
"Medioevo monastico: il racconto dei libri" è dunque il risultato di due anni di intensa collaborazione tra l'ateneo di Cassino e la Banca popolare del Frusinate, un biennio che ha permesso al volume di vedere la luce. «L'apporto della Banca Popolare del Frusinate al progetto non termina con questo terzo libro -ha concluso Domenico Polselli- è prevista la stesura di un quarto volume che avrà ad oggetto la storia dei Papi che hanno dato il loro contributo a questo territorio, per permettere alla ricerca storica di proseguire»