Attenzione al territorio, dedizione, costanza, ma soprattutto passione e impegno nel corso degli anni.
Anche questa edizione del "Cicero Award" è stato un successo. A testimoniarlo la Sala conferenze della XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce piena di ospiti e partecipanti, che hanno contribuito a creare un ambiente dinamico e attento alla cultura. Un appuntamento importante che mira a valorizzare i migliori talenti della provincia di Frosinone e in particolar modo chi quotidianamente investe tempo, energie e risorse in Ciociaria. La prestigiosa cerimonia nasce per premiare personalità di spessore che si sono distinte nel corso dell'anno nel campo medico-scientifico, giornalistico, culturale, della comunicazione e dello spettacolo. Il premio è stato organizzato da XV Comunità Montana e Fondazione Marco Tullio Cicerone.La manifestazione vanta un primato non solo provinciale e regionale, ma anche nazionale.
L'iniziativa è stata fortemente voluta dall'ingegner Gianluca Quadrini, presidente dell'ente montano, e ideata lo scorso anno dal professor Piero Iafrate, docente e manager aziendale, in occasione della Giornata nazionale della comunicazione.
L'appuntamento, inoltre, è stato patrocinato da Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Regione Toscana, Provincia di Frosinone, Università di Cassino e del Lazio Meridionale, nonché dal Rotary E-Club Distretto 2071. A conferire i premi sono stati il presidente Quadrini, il professor Iafrate, il presidente Farina, il direttore Rossi, i consiglieri comunitari Luigi Bianchi, l'avvocato Fabio Tanzilli, il dottor Patrizio Di Folco e il dottor Lucio Libonati, vicepresidente della Fondazione Cicerone.
«È motivo di grandissimo orgoglio il conferimento di un premio così encomiabile ad illustre personalità, rinomate in ambito comunicativo, giornalistico, culturale, medico-scientifico, che dedicano il loro tempo agli altri, ognuno con le proprie specificità ha commentato entusiasta il presidente della Comunità montana Gianluca Quadrini Dietro l'organizzazione di un premio nazionale così importante c'è sempre un grande lavoro di gruppo. Vorrei rivolgere un ringraziamento speciale a tutti i miei collaboratori per l'ottima riuscita dell'evento, al pubblico presente, ai premiati per la disponibilità e alla Fondazione Cicerone alla quale abbiamo demandato l'onere di organizzare iniziative culturali e formative volte alla valorizzazione del territorio. L'ente montano è impegnato con assiduità, per il bene dei cittadini e delle loro esigenze, e questo evento ne è la concreta dimostrazione». I promotori sono stati cooptati dal Rotary E-Club Distretto 2071 di Pisa con la consegna del Pin da parte del dottor Piero Iafrate, presidente della Commissione Progetti, e dal e-Club Gianluca Sessa.
«Il Rotary ha cooptato nella nostra organizzazione il presidente Gianluca Quadrini ha spiegato Iafrate per tutte le belle iniziative, ma soprattutto per quelle in campo umanitario, come le 19 spedizioni fatte nelle zone terremotate del centro Italia, quella più importante formata da 42 mezzi adibiti al trasporto di materiale e beni di prima necessità per le popolazioni.
Un riconoscimento da parte del Rotary Club per la fattiva collaborazione è andato altresì al dottor Farina, presidente della Fondazione Cicerone, che ha ringraziato tutti per il successo dell'evento e al dottor Rossi, direttore della omonima Fondazione soddisfatto per un percorso formativo culturale che sta portando in alto il nome del nostro territorio».