Sarà un sabato speciale, domani a Serrone, con due appuntamenti pomeridiani, il primo dedicato ai più piccoli, il secondo ai più grandi. Si inizia alle 15.30 in piazza Romolo Fulli, con la Casa di Babbo Natale che, con tanto di scettro e trono, viene a Serrone per accogliere i bambini con le loro letterine e i loro desideri. A seguire, alle 18.30 presso il bar "San Michele", spazio ai giovani (e non solo) con l'aperitivo letterario "Le cose de ‘na vota".

L'evento, curato dai volontari del Servizio civile nazionale di Serrone, ha come tematica la poesia dialettale ciociara: un percorso tra vecchie tradizioni contadine e la semplicità del vivere di un tempo che si snoda attraverso i versi di tre autori locali e le note di antiche melodie suonate dall'organetto. Se si parla di tempo passato, non si può non prendere spunto dalla campagna che, con i suoi ritmi lenti, ha scandito le vite delle generazioni passate, tanto amata da chi vi si recava ogni giorno a lavorare, nonostante la fatica: era tra i campi che ci si scambiava il primo bacio, si rafforzavano i legami familiari, si cantava col cuore pieno di serenità. Finiti i lavori a sera si tornava verso casa, nel borgo, parlando d'amore e pregustando le belle serate in compagnia di parenti e amici, riuniti tutti intorno ad un camino a raccontare e, perché no, a giocare a tombola. Parole, musica e un buon calice di vino per un viaggio a ritroso nella genuinità di un mondo passato che ha bisogno di essere ricordato e tramandato poiché radice del tempo presente. Un'occasione piacevole per trascorrere parte del pomeriggio insieme e brindare facendosi gli auguri per il Santo Natale e le festività.