Creare un dialogo tra i popoli attraverso la letteratura. Questo l'obiettivo del Premio Internazionale di letteratura "Città di Arce", giunto alla seconda edizione, organizzato dal Comune e dall'associazione culturale "Arcanum et Fregellae", presieduta da Massimo De Santis.
Una due giorni che si è aperta ieri con l'inaugurazione della mostra di Scultura del maestro Marcangeli nella sede del museo "Gente di Ciociaria" e prosegue con la cerimonia di premiazione che si terrà oggi alle 16.30 nel salone del museo "Gente di Ciociaria".
Tanti i lavori arrivati da tutta Italia. Mesi a esaminare le composizioni inviate, fogli di parole sapienti e suggestive che la giuria del Premio "Città di Arce", presieduta dal rettore dell'Università di Cassino Giovanni Betta, ha esaminato per scegliere i migliori.

La classifica finale

Sei le sezioni che compongono il premio. Per la sezione "Narrativa e saggistica" primo classificato Roberto Ritondale - Sotto un cielo di carta; secondo Maria Scerrato di Alatri - Fiori di ginestra; terzo Federico Fabbri - La verità ha bisogno del sole. Hanno ricevuto la menzione d'onore: Antonio Rinaldis - Il treno della memoria; Aldo Ungari - Un cammino; Teresa Ceccacci di Ceprano - Il mistero del codice veronese.

Per la sezione "Poesia edita": primo classificato: Maria Benedetta Cerro di Castrocielo - La congiura degli opposti; secondo Giorgina Busca Gernetti - Echi e sussurri; terzo Chiara Nobilia - Pietre e amarene di Roma. Menzione d'onore per Benvenuto Chiesa - Tracce di senso; Giovanni Caso - Nella carne del mondo; Carmelo Consoli - Sognando Lachea.

Per la sezione "Poesia Inedita": primo classificato Umberto Vicaretti - Luoghi; secondo Rita Muscardin - Le madri di Aleppo; terzo Emilia Fragomeni - Il tempo di un fiore di Genova. Menzione d'onore: Nadia Fabbrocino - La libertà violata; Anna Maria Deodato - Dentro il burqua; Mina Antonelli - Ultimo approdo per Itaca.

Per la sezione "Poesia in vernacolo" primo classificato Luciano Gentiletti - Er pupo d'Aleppo; secondo Antonino Giordano - Pino e ‘u mari; terzo Paolo Sangiovanni - Mo' ca settembre torna a capuzzià. Menzione d'onore: Benito Galilea - Paisi; Lidiana Fabbri - L'in conta gnint; Alfredo Perciacciante - Nu pizziciddru i cijeli.

Per la sezione "Racconto breve" primo classificato: Francesco Maria Mosconi - Il mare di Rachel; secondo Andrea Gasparri - Meditate che questo è stato; terzo Danilo Cannizzaro - Il viaggio di Capitan "Fracasso". Menzione d'onore: Pietro Rainero - Gallerie; Alberto Gallo - L'ultima corsa; Gabriele Leone di S. Apollinare - La sposa di Tommaso.

Per la sezione "Poesia per la pace" primo classificato Emanuele Aloisi - Il cielo; secondo Antonio Damiano di Latina - Il segno dei tempi; terzo Luigi Antonio Pilo - Shirin. Menzione d'onore Dora Uispi di Roccagorga - Emigranti; Menzione d'onore: Alessandro Giuseppe Matassa - Luce; Ernesto Mastropietro di Frosinone - Grido nel silenzio.