Entriamo nel suo mondo. Un mondo dove trionfano l'arte della tradizione, il gusto, l'identità, l'orgoglio. Lo vediamo davanti a uno dei forni del suo locale. È concentrato, attento a osservare i tempi, la cottura, perché da lì a poco sfornerà uno dei prodotti più rinomati d'Italia: la pizza. E ce n'è di tutti i gusti, farcita anche con prodotti locali, perché sa bene che sono eccellenze, prelibatezze da valorizzare. E ora è pronto, per il terzo anno consecutivo, a portare la sua professionalità, la sua passione, la sua maestria, in una vetrina importante a livello internazionale: il Festival della canzone italiana a Sanremo. La settantaquattresima edizione è in programma dal 6 al 10 febbraio.

Giuseppe Pinto, della pizzeria "DiPinto" a Ferentino, è pronto a entrare nuovamente a Casa Sanremo. Come ogni anno, dal 2008, al festival di Sanremo 2024 si riaprono le porte di Casa Sanremo, uno spazio dedicato all'accoglienza e al buon cibo e nato per affiancare il festival in cui fare incontrare artisti, sponsor, giornalisti, pubblico. Non mancheranno i pizzaioli, ben quaranta, chiamati ad alternarsi nell'arena del gusto.

Giuseppe Pinto, ha fatto nuovamente le valigie ed è partito per la città ligure, per un'altra esperienza importante. Sa di aver lasciato in buone mani la pizzeria "DiPinto" in via Casilina a Ferentino, alla moglie Elisa Schietroma, e a tutto il suo staff. Ora lo attende una nuova missione, insieme a quella di altri colleghi: preparare e sfornare pizze per cantanti, musicisti, addetti ai lavori e giornalisti. Potranno, infatti, degustare le varie specialità di pizza, durante la settimana più importante per la canzone italiana. Protagonisti pizzaioli provenienti da tutt'Italia, ognuno con le proprie specialità per celebrare la pizza italiana ai massimi livelli.

Una vetrina importante per Giuseppe Pinto, che va ad aggiungersi alle tante altre avute in occasione di fiere ed eventi, in diverse parti del mondo, dove ha potuto far gustare e apprezzare le sue pizze. E tornare a lavorare in una vetrina così importante, come quella di Casa Sanremo, insieme a tanti colleghi, con diverse tradizioni e peculiarità, non può che renderlo felice.

«È il terzo anno che mi contattano per partecipare all'evento di una vetrina importante come Casa Sanremo e ne sono, ovviamente, orgoglioso, perché vuol dire che il lavoro, se fatto bene, paga sempre - sottolinea Giuseppe Pinto - Ci saranno anche tante novità. Saremo sempre una quarantina di pizzaioli da tutta Italia, e saranno due le postazioni: la classica per gli addetti ai lavori, giornalisti, cantanti, discografici e un'altra postazione dove si farà pizza a portafoglio, promossa da uno sponsor. Sono orgoglioso e contento di portare il nostro nome "DiPinto", ma anche della città di Ferentino e della Ciociaria, a Casa Sanremo. Felice di far parte del team dei quaranta pizzaioli d'Italia pronti a preparare e sfornare pizze per cantanti, musicisti, addetti ai lavori e giornalisti, durante la settimana più importante per la canzone italiana. Buon festival a tutti».