È uno degli eventi tradizionali del Natale in provincia di Frosinone. E anche quest'anno si rinnova l'appuntamento con il presepe vivente di Trivigliano, realizzato dal "Gruppo Presepe Vivente" della parrocchia di Santa Maria Assunta e giunto alla ventiquattresima edizione.
Durante la manifestazione in programma il 26 dicembre e il 1° gennaio, nel centro storico del paese vengono riprodotte circa quaranta scene composte da oltre duecento figuranti. L'evento viene animato da diverse rappresentazioni tra cui la fortezza gremita di soldati romani; l'arena, nella quale vengono rappresentati i sanguinosi combattimenti che avvenivano all'interno degli anfiteatri romani; il censimento, durante il quale, per decreto dell'imperatore Cesare Ottaviano Augusto, tutti i sudditi dell'Impero dovevano registrarsi e il grande mercato cittadino.

Nel percorso vengono, inoltre, proposte scene relative ad antichi mestieri, come il bottaio, l'impagliatore, il lavoratore del frantoio addetto alla spremitura delle olive, il ciabattino, il battitore di grano, il contadino, il maniscalco che ferra i cavalli, i mercanti che contrattano il prezzo degli schiavi, gli arrotini, i cortigiani e le odalische fino a giungere alla scena rappresentativa della nascita di Gesù Cristo.

Una passeggiata di circa mezz'ora nel centro storico dove ci si trova immersi in un'atmosfera, piena di suoni, luci, profumi, risalente ai tempi della Natività, nella quale vengono proposte anche antiche pietanze locali. I visitatori, lungo il percorso, hanno infatti la possibilità di degustare piatti tipici del posto: sagne e fagioli, ciambelle al vino, bruschette, formaggi locali, caldarroste, assaggi di polenta e focacce.

Le manifestazioni del 26 dicembre e del 1° gennaio verranno svolte nelle ore serali, precisamente dalle 17 alle 21.30. Mentre la giornata dedicata alle persone con disabilità ed agli anziani quest'anno si svolgerà sabato 30 dicembre: saranno presenti accompagnatori per chi ha particolari difficoltà motorie e guide che illustrano e descrivono le rappresentazioni sceniche; al termine del percorso i visitatori avranno la possibilità di indossare alcuni abiti del presepe vivente, divenendo così protagonisti dell'evento. Successivamente verrà svolto, nella comunità In Dialogo, un convegno con oggetto il tema della disabilità.

Infine, verrà offerto a tutti i visitatori un pranzo a base di piatti tipici, accompagnato dall'intrattenimento di gruppi folkloristici.
Il sindaco Gianluca Latini ha espresso piena soddisfazione per essere riusciti a mantenere vivo questo evento molto sentito in tutta la provincia e ha voluto ringraziare il "Gruppo Presepe Vivente" e tutti i cittadini del paese e di quelli limitrofi per la disponibilità e dedizione dimostrata.