Grande successo per la quinta "Festa del contadino: alla riscoperta delle tradizioni", che si è svolta gli scorsi 8, 9 e 10 settembre nell'area del santuario di Santa Maria a Fiume. Come ogni anno, gli organizzatori hanno mostrato un grande spirito di collaborazione. Ogni dettaglio è stato curato al meglio per rendere la kermesse più interessante, con grande attenzione alle tradizioni locali, che sono state fatte rivivere a bambini e ragazzi. Nella mattinata di sabato, per esempio, i giovanissimi hanno assistito alla lavorazione della pasta fresca e delle mozzarelle, oltre alla pigiatura dell'uva nella quale sono stati coinvolti.

Sempre sabato, nel pomeriggio, si è svolta la gara del vino che è stata giudicata dalla sommelier Ivana Cicciarelli. Invece, nel primo pomeriggio di domenica si sono svolti i giochi popolari con cui si divertivano da piccoli i nonni. Successivamente nel salone parrocchiale si è svolta la gara delle crostate, giudicata dal panificio "Spiga di Grano". Nella serata di domenica, sono stati premiati tutti i bambini che hanno partecipato ai giochi popolari, alla gara delle crostate e a quella del vino.

Inoltre, durante le tre serate della festa è stato possibile gustare deliziosi piatti tipici e tutto questo è stato possibile grazie all'impegno del comitato di Santa Maria a Fiume, dall'associazione culturale "Orizzonti", del'Associazione nazionale Libera Caccia, della Protezione civile e soprattutto del parroco don Sebastiano. Infatti, il suo coordinamento è stato decisivo per la riuscita della kermesse. Dagli organizzatori, quindi, un grazie a tutti gli sponsor, alla Polizia municipale, ai carabinieri della stazione cittadina e alle tante persone che hanno partecipato, con un invito al prossimo anno.