Se alla formula vincente di un evento di spessore, quale Tarantelliri Festival, si aggiungono i sapori, le prelibatezze, le arti culinarie dei ristoratori, quello che ne viene fuori non può non soddisfare e fare… centro.
E ha fatto sicuramente centro la prima delle tre serate del festival di musica popolare dell'edizione del 2023 che si è svolta nel cuore della città di Veroli, piazza Mazzoli. Sul palco Tonino Carotone che con il suo nuovo album "Etiliko Romantiko Tour" ha infiammato il numeroso pubblico presente. Giovani, meno giovani, bambini, tutti a saltare, ballare e a cantare davanti al palco allestito sotto al palazzo comunale. Vincente anche la formula dello street food. I locali del centro storico hanno proposto le loro fantasiose arti culinarie molto apprezzate dai partecipanti.

Per la seconda serata, in calendario venerdì 25 agosto, cambio di location, ma stessa intensità musicale. Nell'area esterna del Palacoccia farà tappa l'artista genovese Alfa con "Tra le Nuvole tour". Una musica che è un pugno e una carezza, di sicuro un segno emotivamente forte di questa estate 2023.

Terzo e ultimo imperdibile appuntamento, domenica 27 agosto sempre nell'area esterna del Palacoccia, Enzo Avitabile - I Bottari di Portico & Black Tarantella. Il meglio di un artista che ha valicato i confini linguistici, stilistici e geografici come pochi. Simbolo della contaminazione tra generi e maestro assoluto del groove. Anche questi ultimi due appuntamenti sono a ingresso gratuito. Insomma, la formula di Tarantelliri si conferma vincente. E sicuramente si deve all'associazione Tarantelliri.

Il grazie degli amministratori al presidente Domenico Pallagrosi e al direttore artistico e ideatore della manifestazione, Francesco Quadrini per aver scelto ancora la città di Veroli. Come ha sottolineato anche la consigliera delegata alla Cultura Francesca Cerquozzi. «Tre serate di grande musica con artisti diversi che soddisfano tutte le età. Partiamo con Tonico Carotone, e proseguiremo il 25 agosto con Alfa e il 27 con Enzo Avitabile al Palacoccia».

Il direttore artistico Francesco Quadrini ha ringraziato la città di Veroli «che ci fa sentire a casa, ogni anno, sempre di più. È doveroso ringraziare gli amministratori, nella persona del sindaco Simone Cretaro, la consigliera delegata alla Cultura, Francesca Cerquozzi, quanti collaborano con noi per la buona riuscita della manifestazione, la Pro loco, i volontari, le forze dell'ordine, la locale stazione carabinieri, il comando della polizia locale, la Misericordia, i ragazzi della security e antincendio. Quest'anno siamo partiti dal centro e la scommessa è stata vincente. Grazie ai ristoratori che si sono messi a disposizione».