Siamo arrivati al gran finale. Dopo i concerti di sabato e di ieri, questa sera al Parco San Leonardo cala il sipario sulla quindicesima edizione di GallinaRock, ormai uno degli appuntamenti irrinunciabili dell'estate ciociara. Si parte alle 21.30. Sul palco, dopo la premiazione dei vincitori del contest riservato agli emergenti, ci sarà il concerto di Giancane, che torna a Gallinaro dopo il live dello scorso anno. Questa volta porterà in Valle di Comino "Tutto male tour", tratto dall'omonimo album uscito lo scorso giugno.

Spazio ai giovani
La vera "mission" di GallinaRock è stata, fin dalla prima edizione nell'ormai lontano 2009, ed è ancora oggi quella di dare spazio ai giovani. Questa sera conosceremo il vincitore dell'edizione 2023. A contendersi la vittoria saranno le band Farmeo, Flog, Minerva, Nomi Cose Città, Tothem e TransferT e i solisti Udi (nome d'arte di Felice Pacitto) e Viola Violi.

Il ritorno di Giancane
Il clou sarà il concerto di Giancane. Dopo "Una vita al top" (2015) e "Ansia e disagio" (2017) e dopo "Strappati lungo i bordi", colonna sonora della serie di animazione scritta e diretta da Zerocalcare, Giancane ha pubblicato "Tutto male". «È il mio terzo disco di inediti – racconta Giancane – e racchiude cinque anni di vita, di tour, di depressione, di felicità, di infelicità, di malattie, di autostrade, concerti, lutti... Insomma, cinque anni di vita. È un disco un po' depresso, un po' "cazzone" ed è una raccolta che racchiude anche tutto ciò che musicalmente volevo fare». L'album è disponibile in diversi formati, tutti corredati da un album di figurine, un booklet alternativo che comprende, oltre alla cover, dieci illustrazioni – una per ciascun brano – di otto artisti diversi, coinvolti da Giancane nella realizzazione dell'apparato grafico del disco. Primo tra tutti Zerocalcare, con cui il sodalizio è già consolidato dal 2018 per il video di "Ipocondria" che ha costituito la colonna sonora degli short animati di "Rebibbia Quarantine", prodotti nel 2020, e per la serie "Strappare lungo i bordi" dello scorso anno. Ma non solo, al team di lavoro si sono aggiunti anche Maicol e Mirko, Marcello Crescenzi, Domenico Migliaccio (che ha disegnato la cover), Timidessen, Nova, Silvia Sicks e Wallie. «Essendo ogni traccia diversa dall'altra – aggiunge Giancane – ho deciso di chiamare tanti illustratori diversi e che stimo, per dare una vita propria ad ogni canzone e per sottolinearne l'unicità. L'idea dell'album di figurine nasce dalla ricerca di ordine tra un groviglio di stati d'animo molto variegati e ci tenevo a restituire quella sensazione di ordine e soddisfazione nel completare l'immagine attaccandone la parte mancante. È stato un lavoro corale, difficile ma stimolante. Nota di merito a Domenico Migliaccio che oltre a illustrare una delle immagini ha disegnato la copertina e messo tutto in ordine e impaginato questo groviglio di idee». Con queste premesse anche la tappa del tour in programma questa sera a Gallinaro si preannuncia imperdibile. Subito dopo il concerto, la festa continuerà con la musica dei dj-set. Poi tutti a nanna. Col pensiero al 2024...