L'Istituto tecnico economico promuove percorsi interdisciplinari che esaltano la centralità dell'ambiente e il contributo che un giovane di oggi può dare alla società in cui vive. Lo fa organizzando lezioni con esperti per approfondire alcune delle più delicate tematiche. Ospite ieri dell'Ite è stata l'ingegnere ambientale Elisa Guerriero che è salita in cattedra per guidare i ragazzi in un percorso incentrato su salvaguardia dell'ambiente, riciclo, plastiche e bioplastiche, inquinamento a Ceprano. Gli studenti del biennio hanno affrontato le questioni inerenti alle bioplastiche e in particolare il riciclo. Ceprano, purtroppo, ha dei valori di produzione di plastica pro capite al di sopra della media nazionale, dati significativi che richiedono necessariamente la sensibilizzazione degli utenti di fronte determinate problematiche.

I ragazzi del triennio, invece, sono stati guidati in un percorso informativo sull'inquinamento del territorio. La Guerriero si è soffermata in particolare sull'allarmante situazione delle acque e dei terreni del comprensorio, senza trascurare il problema delle polveri sottili la cui concentrazione nell'aria sfora spesso i limiti previsti per legge. Gli studenti si sono dimostrati molto interessati, hanno posto domande e acquisito nuove informazioni e approfondimenti utili allo studio che stanno affrontando anche nell'ambito della curvatura "digital green" che l'Ite ha approvato per garantire ai suoi studenti competenze aggiuntive e innovative. Competenze che torneranno utili nel mondo del lavoro.