Grande successo per lo spettacolo "In cinque mosse", messo in scena ieri sera dalla Compagnia dei Perdenti nel teatro "Vittorio Gassman". L'opera era ispirata ai monologhi di Anton Checov, con la regia Simone Ignagni. Un viaggio unico nel mondo della grande scuola teatrale russa, che fece capo ad Anton Cechov e a Konstantin Sergeevich Stanislavskij, i due artisti che praticamente riscrissero i canoni della recitazione moderna e gettarono i semi dell'approccio all'introspezione, puntando i riflettori sulla verità del quotidiano, sulle fragilità e le interiorità dei personaggi messi in scena. Uno spettacolo che ha ricevuto gli applausi a scena aperta del pubblico, entusiasta per il lavoro del regista Ignagni e l'arte della drammatizzazione della "Compagnia dei Perdenti", che in passato si era già esibita a Ripi con altrettanto successo.