Ancora non si è spenta l'eco dello straordinario successo della festa del broccoletto, che si è tenuta recentemente nel centro storico cittadino, con la viva soddisfazione degli organizzatori, pronti a mettere in cantiere la quattordicesima edizione dell'evento enogastronomico. Gli stessi scommettono sull'impostazione della manifestazione anche per l'avvenire e con numeri alla mano parlano anche delle quantità di piatti a base di broccoletti preparati.

«Il brand della festa del broccoletto –hanno dichiarato i fratelli Marciano di The Brothers – dovrà rimanere sempre lo stesso, ovvero valorizzare il prodotto agro alimentare di Roccasecca, la cosiddetta rapa catalogna. Noi nel nostro stand abbiamo proposto l'ormai nota mortadella farcita di broccoletti con porchetta allo stesso modo, due prodotti che sono andati letteralmente a ruba». Concorde Antonio Grimaldi dello storico "Bar Centrale" che ha puntato sugli gnocchi a base di broccoletti, ben un quintale, andati via a tabula rasa. L'esperto di carni Gianni Munno invece ha puntato su salsiccia e pancetta in un letto di broccoli tanto che per prendere il panino bisognava usare tutte due le mani messe assieme.

I fratelli Santoro di Sabot Cafè hanno deliziato i buongustai con piatti a base di orecchiette broccoli e salsiccia e con cornetto pecorino e broccoli, due peculiarità da far leccare i baffi. Un altro degli ideatori dell'evento Giampiero Marcuccilli ha presentato ben cinque piatti a base di broccoli (tra cui rotolo di broccoli e salsiccia e polenta di broccoli), tutti andati a ruba e si è soffermato sulla riuscita dell'evento: «La giornata era bellissima è quindi la gente poteva essere attirata da altre manifestazioni altrove o da escursioni al mare o in montagna, ma ha scelto noi in modo numeroso. Tutto si è svolto nel migliore dei modi grazie alla fattiva collaborazione di tanti addetti ai lavori».

Grande entusiasmo anche da parte degli altri standisti"Le tre Coccinelle" di Francesco Murro, Birrificio "Terra di Lavoro", La Scrocchiarella, Mini Market, Pizz Art, La Bottega del Celiaco, l'Associazione "Terra di Lavoro" con la classica frionza roccaseccana e Antonella "frutta bella". Tutti hanno voluto ringraziare i tanti artigiani che hanno proposto cose davvero originali e ovviamente gli uomini della locale stazione Carabinieri, la Polizia municipale, la Protezione civile, la Misericordia di Roccasecca e la Comunità montana per il contributo dato per la riuscita dell'evento. Agli organizzatori il plauso dell'Amministrazione comunale. Per tutti la voglia di tornare a vivere un evento che è stato capace di lasciare il segno nei tantissimi partecipanti.