Dopo la pausa forzata della pandemia torna la tradizionale fiera di Sant'Antonio. Grandi festeggiamenti in onore del Santo nelle giornate di lunedì e martedì presso la piccola chiesa sita in via Campidoglio. La grande fiera è caratterizzata da prodotti artigianali realizzati in ferro, midollino, legno. Poi ci sono le tartarughe, i pappagalli, i pesci rossi, le paperelle e altri prodotti singolari, compresi i banchi della frutta secca, delle verdure, i "paninari", i venditori di zucchero filato, dolciumi e "mosciarelle".

Una festa visitata da bambini e adulti anche dei paesi limitrofi. Le via Campidoglio, San Manno e Aldo Moro vengono letteralmente invase dalla gente che acquista, osserva e vive la tradizionale fiera. Non mancherà la Pesca di Sant'Antonio, con estrazioni continue e premi per tutti. Caratterizza il tradizionale appuntamento la benedizione degli animali, in programma nel giorno che precede la festa e si svolge sul sagrato della chiesa di San Rocco. I padroni di cani, gatti, cavalli, criceti e animali domestici si presentano davanti alla chiesa per farli benedire. Intanto, nel quartiere Sant'Antonio fervono i preparativi: le bandierine, gli addobbi, le postazioni degli ambulanti segnate a terra, i dettagli religiosi e domani inizia la festa.