Tra gli eventi più attesi e rinomati della Ciociaria c'è "Le cantine del borgo" di Strangolagalli. E le foto scattate durante la due-giorni che si è conclusa domenica scorsa lasciano poco spazio all'immaginazione. Di gente, arrivata anche dai paesi limitrofi e non solo, ce ne è stata davvero tanta per gustare buon vino, prodotti tipici e immergersi nelle tradizioni.

Ha fatto centro anche questa nona edizione della kermesse, la festa del vino novello che si è svolta lo scorso weekend nel borgo con degustazione dei prodotti tipici. A rendere ancora più entusiasmante l'evento non sono mancati la musica e i balli popolari. Spazio anche agli artisti di strada e al mercatino dell'artigianato. L'evento, patrocinato dal Comune, è stato organizzato dalla dinamica associazione "Le cantine del borgo", formata da un gruppo di giovani che promuove il paese avvalendosi della collaborazione di tanti cittadini e delle aziende locali.

È stato allestito un percorso enogastronomico davvero ricco di prelibatezze per far conoscere le eccellenze e per accendere i riflettori sulla suggestione di un borgo ricco di storia e tradizione. Quest'anno l'associazione ha creato anche una storymap dove è stato possibile trovare tutte le cantine con i loro menù. È stata una vera e propria festa del vino novello alla riscoperta di antichi sapori con degustazioni di prodotti tipici locali, musica e balli popolari. Una festa attesa da molti anche dopo i due anni di restrizioni per via dell'emergenza sanitaria da Covid-19 che hanno costretto a rinviare eventi rinomati in tutta la Ciociaria.