Dopo due anni di stop torna la tradizionale sagra dell'uva a Torrice con un programma che sicuramente entusiasmerà sia i grandi, sia i bambini. Perché l'associazione culturale "I Viandanti", sempre attenta a promuovere eventi che riescano ad aggregare sia adulti, sia i più piccoli, ha stilato un programma con tanti appuntamenti. A collaborare, al fine di rendere ancora più speciale la kermesse, le contrade del paese.

«Cibo, tanto vino, giochi, elezione Miss Uva 2022, carri e tante altre sorprese vi aspettano a Torrice domenica 23 ottobre a partire dalle ore 12 - l'annuncio sulla pagina Facebook de "I Viandanti" - Un cammino tra tradizioni del passato e sapori della nostra terra, musica folk e buon vino, carri allegorici realizzati accuratamente dalle contrade, giochi popolari, sfilata dei bambini con vestiario tipico e per chiudere in bellezza, ci sarà la proclamazione di Miss Uva 2022. Un programma molto ricco per una giornata di armonia e divertimento».

Il programma prevede alle 11.30 l'arrivo dei carri delle contrade. Alle 12 il pranzo con pietanze ciociare. Alle 14 sarà valutato il miglior vino. Si prosegue alle 14.30 con la giostra della cariola, alle 15.30 la giostra dell'arciola, alle 16.30 la giostra della botte. Ed ancora alle 17.30 la sfida del vino al ciuccetto. Alle 18 si terrà la sfilata dei bambini a cui seguirà Miss uva 2022. Alle 19 sono previste le premiazioni. Durante la giornata di festa spazio anche alla musica e al coinvolgimento del gruppo "Cantori in terra di lavoro" che sicuramente riusciranno a far ballare anche i più timidi spettatori. Una grande festa dedicata ai balli della tradizione popolare dell'Italia del Sud.

Tarantelle, ballarelle, pizziche e tammurriate, in un suono battente e primitivo che attraversa il tempo e arriva fino a noi. Tammorre, chitarre e organetti, provenienti delle campagne ricche di arte e cultura. Spazio anche alla solidarietà. Sarà infatti allestito un mercatino, finalizzato a raccogliere fondi da donare alle scuole, con la vendita di dolci preparati dalle mamme. E scopo dell'iniziativa è anche quella di tramandare soprattutto alle future generazioni le tradizioni. E proprio i più piccoli sono stati già protagonisti di due bellissimi appuntamenti alla riscoperta della cultura e delle tradizioni popolari con due uscite.

Una la scorsa settimana durante la quale sono stati coinvolti in una ricerca in campagna fatta di elementi della natura. Attività in collaborazione con una nutrizionista e una specialista laureata in Scienze ambientali. Domenica, invece, sono stati in un campo a raccogliere le olive. Alla fine un delizioso premio per tutti: bruschetta con olio novello.