Tutto pronto per il GallinaRock, il primo festival italiano a tenersi con l'interpretariato nella lingua dei segni italiana per la serata clou del 6 agosto. GallinaRock, in partenariato con l'Ente Nazionale Sordi sezione di Frosinone, "farà vedere le parole", permettendo alla musica di arrivare a tutti.

Un esperimento pilota sul piano dell'integrazione, testato pochissime altre volte in Europa, di certo mai con una programmazione così intensa, come la data in programma a GallinaRock. «Un gesto concreto di solidarietà verso chi non ha la fortuna di ascoltare la musica, che per noi è fonte di vita e di emozioni ogni giorno - dichiarano entusiasti gli organizzatori - Siamo lieti di poter far arrivare a tutti in maniera concreta il messaggio e le emozioni del Festival».

La disabilità uditiva influisce sui mondi vitali che caratterizzano la vita sociale di una persona, innalzando barriere spesso insormontabili, in particolare proprio nel campo culturale e sociale. Proprio per questo la sezione provinciale di Frosinone dell'Ente Nazionale Sordi, insieme all'associazione "MulticomunicamEnte" ha sposato il progetto del GallinaRock.

Il Festival inizia il 5 agosto con Mida Maze, dunque i finalisti del contest, seguiti dall'attesissimo live dei Sud Sound System. Il giorno successivo, sabato 6 agosto, scena tutta per Giancane, introdotto da Dellarabbia. Il 7 agosto il gran finale, con The Royal State e la band vincitrice del contest che aprirà il concertone di Pierpaolo Capovila e I Cattivi Maestri.

Serate tutte ad ingresso gratuito e musica fino a tarda notte, che nella giornata conclusiva farà scatenare il pubblico con la ‘scossa' del Dj set live di Eva Poles, storica voce dei Prozac +. Condurrà le serate la giornalista Rai Tiziana Iannarelli.