E con questa siamo a tredici. Eppure sembra ieri quando un gruppo di giovani volenterosi e amanti della musica capitanato da Luigi Vacana, ideatore e ancora oggi direttore, dava vita a quella che da anni è una scommessa vinta, un festival diventato un punto di riferimento per igiovani, un appuntamento ormai tradizionale che ha avuto il merito di non fermarsi neanche nel 2020 con la straordinaria edizione in streaming che ha visto come protagonista indiscusso James Senese. Il festival, dal 4 al 6 agosto, torna dal vivo nella storica location di Parco San Leonardo a Gallinaro. Chiaramente nel rispetto di tutte le norme anti-Covid.

Un palco...fortunato
Prima di guardare avanti facciamo un...passo indietro.
Una cosa è certa: il palcoscenico di GallinaRok porta bene. Basti pensare che da qui sono passati, insieme ai nomi più blasonati della musica italiana e internazionale, anche band che non avevano ancora conosciuto il successo del grande pubblico. Possiamo citare i KuTso o i Marta sui Tubi, ma anche Lo Stato Sociale, anni e anni prima di spopolare con il tormentone sanremese "Una vita in vacanza". Proprio a conferma dell'indiscussa qualità del format, la Rai ha deliberato –a firma del direttore della Comunicazione Marcello Giannotti – la media partnership ufficiale attraverso Rai Radio Live. Un evento da record anche sul piano dei numeri, che ha visto esibirsi oltre 230 band per un totale di circa 1.200 musicisti.

Edizione 2021
È partita, per concludersi il 24 luglio, la selezione dei gruppi emergenti, affidata a una qualificatissima giuria di esperti. Alla band vincitrice andrà, insieme alla possibilità di esibirsi in apertura del concerto clou, un premio prodotto in esclusiva dall'Accademia di Belle Arti di Frosinone. La stessa Accademia curerà il "GallinArtRock", l'area creativa che farà da cornice ai live conestemporanee, mostre e performance.
Il 4 agosto, serata di apertura, è in programma l'esibizione delle band finaliste, prima di lasciare la scena a un concerto quasi inedito, che vedrà il palco affollatissimo di suoni e celebrità: Indaco, Maurizio Turriziani, Enzo Gragnaniello e Daniele Sepe.

Il giorno successivo,GallinaRock dopo i Gemini, ultimi vincitori del contest, riabbraccia James Senese Napoli Centrale, mantenendo l'impegno presoloscorsoanno diriportarequie in presenza di pubblico una vera e propria icona della nostra musica. Con oltre mezzo secolo di carriera alle spalle, Senese farà tappa a Gallinaro con il "James is back – Tour 2021». Il 6 agosto il gran finale, con la band vincitrice che aprirà la data ufficiale del tour "Finar di chiama" di Eugenio Finardi. Un artista che non ha bisogno di presentazioni, "l'extraterrestre" con sacrato padre del cantautorato rock italiano. Quello che più rappresenta e incarna gli istinti e la sana ribellione di intere generazioni. Una ribellione che al GallinaRock fa rima, dalla nascita, con la rinuncia all'indifferenza, esaltando valori come l'eguaglianza, la non violenza, il rispetto, l'integrazione, la salvaguardia del bene più prezioso che è la salute dell'uomo e del pianeta. Un mondo a cui il festival dimostra di voler bene attraverso le buone pratiche.
A iniziare dall'ecosostenibilità, come la formula del "plastic free", che quest'anno sarà esclusiva.