L'incubo della pandemia e dei locali chiusi è quasi alle spalle. Tutto intorno a noi, dentro di noi e quindi anche nel mondo della cultura e dello spettacolo è cambiato. È il mondo stesso ad essere cambiato. Agli "addetti ai lavori" ora non resta che reinventarsi. Alessio Pagliaroli e Francesco Corni lo sanno bene e con il Nuovo Loud di Terracina stanno facendo proprio questo.

Alessio Pagliaroli, dj di zona con alle spalle anni di esperienza e produzioni musicali a livello internazionale, ha le idee molto chiare su come muoversi nel suo ambiente. Con la sua direzione artistica al Nuovo Loud ha creato uno spazio dove si cerca di rieducare i giovani e i meno giovani al mondo della musica nell'epoca post-covid. Già, perché se da una parte la pandemia è ormai quasi un brutto ricordo con l'avanzare dell'estate e delle vaccinazioni, dall'altra molti locali dove si poteva ballare sono ancora chiusi.

Quello che si cerca di fare al Nuovo Loud in questa stagione cruciale per la ripartenza è rieducare i ragazzi alla percezione dei suoni e delle melodie. A conoscere ed apprezzare la musica elettronica più all'avanguardia del momento non ballando come sono abituati a fare, ma stando seduti ed ascoltando. Magari anche degustando un cocktail e del buon cibo (al Loud si possono anche mangiare delle ottime tapas).

Il nuovo Loud ospita artisti da tutto il modo, ma non dimentica i ragazzi e le ragazze del posto. Il progetto è sponsorizzato da Yep the cap, la linea di cappelli della nostrana Giorgia Bruno (nata a Latina) e dall'associazione Eclectik. L'allestimento è a cura dell' artista Stefania Romagna.

Moltissimi gli artisti che hanno risposto alla chiamata. Nelle settimane scorse sul palco del Loud si sono esibiti artisti del calibro di dj Red, Adiel, Fabrizio Sala ed altri.

Domani sera nuovo interessantissimo appuntamento con la selezione musicale di Busta, co-fondatore e tastierista dei Subsonica. La performance, ad ingresso libero, inizierà alle 19. In consolle con lui Ivan Lanz e Errico.