Di nuovo al lavoro davanti alla macchina da presa.
Lory White, al secolo Lorenzo Bianchi, è stato scritturato dalla produzione del nuovo film di Michele Placido "L'ombra di Caravaggio", un film che vuole raccontare, senza giudicare, l'arte del grande pittore. Nel cast attori di grande richiamo come Riccardo Scamarcio, Isabelle Huppert, Louise Garrel, Vinicio Marchioni e Lolita Chammah.

«Dopo qualche tempo – ha sottolineato Lorenzo – sono stato chiamato a partecipare a questo nuovo film per la regia di Michele Placido e interpretato da ottimi attori il che mi permette di lavorare insieme a stelle di prima grandezza così da migliorare le performance personali».

Lory White è di Picinisco e non è nuovo nel mondo della celluloide: dopo partecipazioni a spot pubblicitari, ha lavorato in produzioni importanti come "Attenti al gorilla" di Luca Miniero con Frank Matano, Lillo e Cristina Capotondi, "La mossa del cavallo" e "I Medici", la fiction andata in onda su Rai1. Ora questa nuova opportunità: un film di spessore con un tema di forte richiamo e con un cast che, proprio per il tema trattato nella pellicola, dà un forte spazio alle figure interpretate da attori non professionisti come del resto erano i modelli, clochard e prostitute,deicapolavori realizzatidaCaravaggio la cui vita era sempre ai margini.

Il film si incentra sulla vita di Caravaggio, i suoi capolavori, l'arte e il suo contesto: però non sarà una storia incentrata sulla sua biografia classica, quanto la storia in un certo senso vivente delle sue grandi composizioni. «Le riprese del film inizieranno a ottobre» ci ha detto Lorenzo Bianchi, che è in attesa di conoscere il copione così da studiare la parte e recitare al meglio. Il film è prodotto dalla Goldenart, fondata dalla moglie di Placido, Federica Vincenti, con la partecipazione di società francesi, spagnole e tedesche.