Atina

Il raggiro

I due avevano messo in vendita una console videogioco sul noto sito internet "Subito.it". L’atinate aveva ordinato la consolle e aveva versato quarantadue euro