La nuova avventura di Lara Croft approderà domani su PC, dopo la sua uscita a novembre su Xbox One. Per l'occasione Crystal Dynamics ha rilasciato un trailer nel quale è possibile ammirarne la potenza grafica.

"Rise of the Tomb Raider" compie un passo in avanti rispetto al suo predecessore ("Tomb Raider" uscito nel 2013), per quanto concerne la libertà di esplorazione. Ci sono ampie sezioni di gioco, in cui è possibile girovagare per la mappa addentrandosi in cripte o grotte alla ricerca di bottino. Le stesse dinamiche di sopravvivenza hanno uno sfogo maggiore. Si ha la possibilità di costruire oggetti utili ai fini del combattimento e per farlo dovremo raccogliere determinati materiali: pelli di animali, legna, foglie ecc. Migliorie certamente non eclatanti, ma che conferiscono una profondità maggiore al nostro gameplay. Lo sviluppo delle tecniche di Lara è racchiuso in tre rami di abilità che le permettono di affrontare gli ostacoli nei quali si imbatterà in maniera più efficace, grazie all'attivazione di bonus speciali.

Non mancano, come di consueto, le tombe da esplorare, accompagnate da rompicapi ben elaborati. Gli enigmi nei quali ci imbatteremo sono piacevoli e stimolanti e rappresentano uno stacco piacevole dalla storia principale. Al termine di ogni rompicapo, la nostra ricompensa consisterà nell'apprendimento di abilità extra. Altro aspetto da sottolineare sono le missioni secondarie, le quali ci verranno affidate da taluni personaggi che incontreremo strada facendo. Come nel caso delle tombe, una volta terminate le quests, riceveremo armi ed equipaggiamento per la nostra esploratrice.

L'unico aspetto che ci prendiamo la libertà criticare è legato alle sparatorie con i nemici. La facilità con la quale Lara si apre il cammino al cospetto delle orde nemiche è piuttosto evidente. Capita sovente di vedere gruppi di avversari spazzati via da un barile esplosivo collocato nelle loro vicinanze, in modo da liberarci della minaccia il più rapidamente possibile. Le stesse armi non hanno una scala di forza lineare. Infatti può capitare che l'utilizzo dell'arco possa rendersi più fruttuoso rispetto a quello di una pistola o di una mitragliatrice. 

Passando al comparto grafico, il gioco presenta pochi difetti e complessivamente è realizzato bene . Le ambientazioni, curate e dettagliate, forniscono un discreto spettacolo visivo.

Se siete degli estimatori del genere action/adventure, Rise of The Tomb Raider è ciò che fa per voi.