Roma, 12 mag. (Adnkronos) - "Prima e dopo lo scoppio dell'epidemia lei ha lavorato con pervicacia per affermare una concezione della giustizia assolutista, incostituzionale e antidemocratica. Il siparietto andato in onda diretta tv a cui lei ha preso parte è stato tanto grave quanto istruttivo nella sua oscenità istituzionale: troppo tardivamente lei ha rivendicato e difeso l'autonomia della decisione politica del governo e sua che non deve rendere conto ai pm e alle Procure". Lo ha affermato Riccardo Magi, deputato Radicale di 'Più Europa', intervenendo alla Camera dopo l'informativa del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

"Pur avendo rivendicato tale autonomia -ha aggiunto- ha presentato un decreto che si allinea con l'umore di una campagna di stampa di disinformazione e di mistificazione nei confronti dei cittadini. Ha vinto la sua e la vostra concezione della giustizia, la separazione dei poteri è stata travolta dall'attacco che lei ha subito e dalla sua reazione a quell'attacco: ancora una volta sono state colpite l'autonomia della politica e l'autonomia della giustizia. I cittadini non avranno una giustizia migliore e di tutto questo -ha concluso Magi- lei porta la responsabilità politica in pieno".