Roma, 30 gen. (Labitalia) - “Nei controlli sulle imprese si deve cambiare cultura: i controlli non possono essere più di tipo sanzionatorio, ma devono servire a supportare le imprese nel creare quel benessere organizzativo che serve a promuovere la cultura della sicurezza all’interno dell’azienda. Questa è la sfida principale. Abbiamo bisogno di stare al fianco delle imprese”. A dirlo Francesca Puglisi, sottosegretario al ministero del Lavoro delle politiche sociali, intervenendo oggi al seminario nazionale ‘Promozione e applicazione dei modelli di organizzazione e gestione nelle pmi', organizzato da Sistema Impresa presso la sede dell’Inail, con la partecipazione del Fondo Formazienda.

“Nonostante il decreto legislativo 81 - ricorda - sia stato approvato dal 2008, continuano gli incidenti, anche quelli mortali. Per un paese civile, questo è inaccettabile. Il ‘Conte due’, come primo atto per dare una risposta a questa piaga tragica, ha costituito un tavolo di lavoro coinvolgendo tutte le parti sociali, Inps, Inail e stakeholder, oltre che il ministero del Lavoro e della Salute”.

Per il sottosegretaria, “quello che manca è una visione d’insieme e questo è uno dei temi che si stanno affrontando per dare un efficace coordinamento sul sistema dei controlli”. “Sicuramente - sottolinea - la formazione è un elemento chiave per assicurare adeguata preparazione a svolgere i propri compiti ai lavoratori e alle lavoratrici”.