Nella sala stampa dello stadio Comunale il presidente del Frosinone Calcio Maurizio Stirpe ha fatto il punto della situazione. Terminato, quindi, il silenzio stampa della società giallazzurra. Il massimo esponente del club ha toccato diverse tematiche: dallo stadio alla gestione della società passando per il calciomercato.

"Siamo pronti a ripartire dopo quanto accaduto nell'ultima stagione - ha dichiarato- il limite tra impresa e tragedia sportiva è spesso molto sottile. Forse abbiamo subìto un eccesso di pressione, ma per il futuro dobbiamo tenere presente quanto fatto negli ultimi anni. Abbiamo raggiunto la Serie A, realizzato un nuovo centro sportivo e adesso il nuovo stadio. Il "Benito Stirpe" rappresenta un'opera molto importante. Sul campionato, lo dico con fierezza, non abbiamo nulla da rimproverarci. Novità? Salvini sarà il responsabile dell'area tecnica. Separeremo nettamente la gestione infrastrutturale da quella sportiva. Ficchi si occuperà degli aspetti legati alla sicurezza delle infrastrutture. Giannitti resta il direttore sportivo, mentre Salvatore Gualtieri si occuperà dei rapporti con le istituzione e di marketing. Longo? Non possiamo ancora ufficializzare il nuovo tecnico. Sul mercato posso dire che non ci sono ancora pervenute delle offerte. Ripartiamo da quei calciatori che abbiamo sotto contratto. La priorità, per quel che concerne i ruoli, riguarda il portiere. Il ritiro? C'è un'ipotesi in piedi, ma al momento non posso dire nulla. La sede non sarà San Donato Val di Comino. Sono qui anche per mettere in discussione il mio ruolo. Una persona, dopo quindici anni, è giusto che si faccia delle domande. Il mio ruolo in questo momento non cambia, ma si lavora per un "Frosinone 2.0", che punterà sulle nuove strutture, sull'organizzazione societaria e non soltanto sulla figura presidenziale. Obiettivi? Il Frosinone è destinato a conquistare la parte sinistra della classifica. Vuol dire stagione tranquilla e, se saremo bravi, qualche cosa di più. Lo stadio? La volontà è quella di inaugurarlo nell'ultima settimana di agosto. Per il match di Tim Cup chiederemo l'inversione del campo e per la prima di campionato la possibilità di giocare in trasferta".

Per quel che concerne il settore giovanile, invece, l'ex centrocampista David D'Antoni entrerà a far parte dello staff.

Ampio servizio in edicola domani su Ciociaria Oggi