L'intervento del difensore centrale del Perugia Monaco, nell'occasione soltanto ammonito, è costato caro al fantasista del Frosinone Danilo Soddimo. Entrato in campo al 29' della ripresa, il giocatore giallazzurro è stato quasi immediatamente colpito alla caviglia dal falloso calciatore, che probabilmente avrebbe meritato il rosso. E invece non è stato così, con buona pace del direttore sportivo Roberto Goretti che, a fine gara, se l'è presa con l'arbitro Abisso per la serie di ammonizioni ingiustamente comminate ai giocatori del Perugia. Aveva ragione il diesse perché Monaco non meritava il cartellino giallo ma quello rosso per il fallo su Soddimo che, comunque, ha stretto i denti ed è rimasto in campo fino al termine della partita con una prova che ha ravvivato il gioco della formazione canarina.

Al termine, però, Danilo non riusciva nemmeno a camminare e, ieri pomeriggio, è stato sottoposto a risonanza magnetica all'interno di Villa Stuart che ha evidenziato una distorsione di secondo grado alla caviglia sinistra. Se tutto andrà per il meglio tornerà disponibile tra almeno due settimane.

Preoccupazioni sicuramente minori per Francesco Bardi che ha dovuto interrompere la fase di riscaldamento sul terreno di gioco dello stadio "Renato Curi" e rientrare nello spogliatoio, impossibilitato a scendere in campo a difesa della sua porta. Il bravo portiere canarino ha accusato il cosiddetto "colpo della strega" fortunatamente nelle regione dorsale e non lombare. Si spera ora che, con le cure del caso, potrà essere disponibile già per la sfida di lunedì sera al Comunale contro il Cittadella. Niente di grave, infine, per Luka Krajnc che, al 20' della ripresa, è rimasto seduto al suolo in preda a forti dolori allo stomaco. Il difensore centrale si è ripreso negli spogliatoi e dovrebbe tornare in campo già questo pomeriggio.

Ieri per i canarini è stato un giorno di assoluto riposo e tutti (tranne Soddimo), almeno si spera, torneranno a lavorare sul campo di Ferentino per preparare al meglio l'incontro con la formazione allenata di Venturato, reduce dalla vittoria sul Trapani per tre a due, ottenuta nel terzo minuto di recupero. Sarà un'altra partita difficile contro la formazione veneta che, dopo un avvio sprint di campionato, è tuttora sesta in classifica con dieci punti di distacco dal Frosinone. I canarini continueranno ad allenarsi domani e sabato per concludere la preparazione con la seduta di rifinitura di domenica.

Paganini lascia Villa Stuart. Lo sfortunato esterno di centrocampo lascerà Villa Stuart, dove stava effettuando il recupero dopo l'intervento al ginocchio, e tornerà ad allenarsi a Ferentino. Luca sta bruciando i tempi e, con tutta probabilità, sarà pronto prima del periodo di stop previsto. Come si ricordarà rimase infortunato al 40' del primo tempo della partita con la Salernitana, giocata al "Comunale" il 10 dicembre dello scorso anno. In seguito all'infortunio, il centrocampista è stato costretto a saltare dieci partite di campionato.