Manca poco meno di una settimana al derby Latina-Frosinone che si giocherà al "Francioni" il 4 febbraio (inizio ore 15), ma la macchina organizzativa per la gestione dell’ordine pubblico si è già messa in moto per una partita che viene ritenuta ad alto rischio, da sempre, considerata la rivalità accesa che esiste tra le due fazioni. Ad alzare l'asticella dell'attenzione è stato, in prima battuta, l’Osservatorio Nazionale sulle manifestazioni sportive che ha classificato il match come «connotato da elevati profili di rischio, per il quale non appare necessario il rinvio alle valutazioni del Casms. Dovranno essere adottate, in sede di Gos, particolari misure organizzative, tra le quali si suggeriscono: sospensione delle facilitazioni per i sostenitori ospiti, anche in relazione alle iniziative di fidelizzazione e conseguente vendita dei tagliandi, per i sostenitori ospiti, ai soli sottoscrittori dei programmi di fidelizzazione; implementazione del servizio di stewarding; impiego di un congruo numero di steward da parte della società ospitata, nelle attività di accoglienza, da inserire nel piano Pos approvato dal Gos e sotto la responsabilità del delegato per la sicurezza dell'impianto; trasmissione dell’elenco nominativo degli steward alla Questura ospitante da parte della Questura di riferimento della squadra ospite, con le informazioni relative alla persistenza dei requisiti soggettivi e formativi degli stessi; implementazione dei servizi di controllo nelle attività di prefiltraggio e filtraggio anche mediante l’impiego delle forze di polizia, con particolare riferimento alla corrispondenza delle generalità indicate sul biglietto e quelle dell'utilizzatore e al possesso di strumenti e/o materiali non consentiti; scambio di informazioni e stretto raccordo tra i Supporter Liaison Officer delle società interessate».

Il Gos, chiamato in causa dall’Osservatorio, venerdì ha già varato i primi provvedimenti. Al gruppo di lavoro hanno preso parte i vertici della Questura di Latina, i colleghi della Questura di Frosinone, rappresentanti della Polizia Stradale, dei Carabinieri, della Polizia Locale, dei Vigili del Fuoco, del Comune di Latina e della società Latina Calcio. Nella circostanza il Gos ha accolto in pieno le indicazioni fornite dall'Osservatorio Nazionale per le manifestazioni sportive e ha disposto anche la vendita dei tagliandi per il settore ospiti autorizzata esclusivamente in prevendita fino alle ore 19 del giorno precedente la gara.

L’accesso allo stadio da parte della tifoseria dovrà concludersi entro e non oltre le 13 del giorno della gara. L’apertura dei cancelli avverrà alle 12. Sono in programma ulteriori incontri affinché l'atteso incontro si svolga senza alcuna criticità sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, confidando in una sana partecipazione da parte dei tifosi e nel tentativo di ridurre al minimo i disagi per i cittadini. Secondo, poi, quanto comunicato in un nota ufficiale dal Latina Calcio, la vendita per il settore ospiti partirà alle ore 15 di mercoledì 1º febbraio. Tutti i dettagli inerenti la disciplina dell'acquisto dei biglietti per i residenti in provincia di Frosinone verranno comunicati a seguito della seconda e ultima riunione del Gos prevista per la mattinata di martedì.

I biglietti a disposizione dei tifosi del Frosinone saranno 450. I supporter giallazzurri saranno posizionati in uno spicchio di tribuna coperta, essendo ancora sotto sequestro giudiziario il settore che un tempo era destinato alla tifoseria ospite. Per il resto, in occasione di Latina-Frosinone al "Francioni", è stata indetta la giornata nerazzurra. Anche gli abbonati del club nerazzurro dovranno acquistare il biglietto, segnale evidente di quanto sia attesa la partita.