C'è ottimismo nello spogliatoio cassinate dopo il pareggio col Rieti. Mister Corrado Urbano si dice soddisfatto del punto portato a casa alla luce dello spessore degli avversari, anche se l'1-1 maturato a 10 minuti dalla fine un po' d'amaro lo lascia: «Un punto meritato - afferma il trainer biancazzurro - anche se il pareggio segnato a pochi minuti dal triplice fischio ha lasciato un po' di rammarico. Non era facile contro questo avversario di cui conoscevamo le qualità. È composto da calciatori validissimi per la categoria e di tutto rispetto pure per quella superiore, e lo hanno dimostrato anche oggi. Noi abbiamo la fatto la partita che dovevamo fare, siamo stati bravi a lottare su tutti i palloni di un match complicato che si giocava molto sulle seconde palle. Purtroppo si è preso gol su un pallone esterno, peccato perché avevamo pronto un cambio proprio per ovviare a quelle situazioni, ma non c'è stato il tempo perché la palla non usciva da qualche minuto. Valutando la prestazione complessiva del Cassino sono molto contento, i ragazzi hanno buttato davvero l'anima sul campo. Riuscire a fare risultato contro il Rieti non è storia facile, sapevamo che dovevamo sbagliare il meno possibile perché, come le grandi squadre, al minimo errore ti puniscono e siamo stati in gamba a sbagliare poco. Abbiamo avuto il giusto atteggiamento dopo aver preparato bene la gara, cambiando pure modulo». Non molti i tiri scagliati verso la porta di Scaramuzzino dal Cassino, un dato che Urbano legge così: «Si deve anche tener conto di chi ti trovi davanti - continua - il Rieti è squadra forte che abbiamo studiato bene limitandogli le fonti di gioco, nonostante ciò hanno avuto le proprie occasioni. Giglio si è sacrificato tanto, Celiento ha dato il suo apporto finché il campo non l'ha penalizzato».

Soddisfatto della prova anche il presidente biancazzurro Nicandro Rossi: «Sono contento dell'interpretazione del Cassino che ha giocato la sua onesta partita non concedendo molto, se non un paio di occasioni, ad un Rieti che sarà protagonista di questo campionato. È stata buona la nostra tattica volta a non scoprirci, altrimenti avremmo permesso loro di infilarci con la sua qualità. Non sono molto d'accordo col mister amarantoceleste quando dice che sono stati penalizzati dal campo impraticabile, se lo era, lo era anche per noi. E poi il secondo tempo non mi è sembrato così disastroso, anzi».