Amara delusione per la squadra del presidente Marrocco che in casa, sul sintetico di Ceprano, esce sconfitta, 2 a 3, contro la vivace formazione Audace di Genazzano. Sul risultato molto ha influito, comunque, l'operato del direttore di gara che non ha concesso ai padroni di casa due rigori sacrosanti e, in ultimo, ha convalidato la terza rete dei romani, nonostante, un evidente fuorigioco.

Ma procediamo con ordine. Si parte con i ragazzi allenati da Ciardi che si schierano in campo con un camuffato 4-4-2, anche se in attacco le punte D'Alessandris e Iacob spesso vengono bloccate dagli arcigni difensori ospiti con in testa il "libero" Maccarone. Lillo e compagni cercano di impostare il gioco, anche se le azioni risultano piuttosto spezzettate. Al 22' Mastrosanti (il migliore in campo) porta scompiglio nella difesa arcese e per fermarlo ci vuole tutto il "mestiere" di Zazza. Al 27' Lillo crossa in area dove Santarelli calcia, il pallone s'infrange sulla mano di un avversario ma l'arbitro sorvola. Pochi minuti dopo D'Alessandris viene atterrato in area, al termine di un'azione confusa e, anche questa volta, il direttore di gara non concede la massima punizione. Al 36' lo stesso D'Alessandris realizza. Per l'arbitro è in fuorigioco. Inutili le proteste arcesi.
Quando ci si avvia alla fine del primo tempo con il risultato a occhiali una punizione calciata da Greco, trova Calì pronto alla deviazione. Del Duca compie una difficile parata, il pallone ribattuto finisce sui piedi di Mastrosanti che non ha difficoltà a scuotere la rete. Lo svantaggio, in un certo senso, non demoralizza i locali che entrano in campo, per il secondo tempo, decisi a riequilibrare le sorti della partita. E, infatti, al 4' minuto dopo una veloce azione, la sfera arriva a Iacob che appena dentro l'area trafigge Tassi. Pochi minuti e un calibrato cross di Solitro trova Iacob che di testa spedisce fuori da ottima posizione.
Come spesso succede al gol fallito corrisponde una severa punizione. Il vivace Calì, ultimo colpo del mercato degli ospiti, si destreggia in area, elude l'uscita di Del Duca e riporta il risultato a vantaggio di romani per 2 a 1. Al 30' sempre Calì sfrutta a dovere un cross di Mastrosanti e di testa (in sospetto fuorigioco) firma la terza rete. A questo punto la gara si avvia mestamente alla fine anche se l'ingresso, di Spila vivacizza la manovra dei gialloblù di casa. A quattro minuti dalla fine un forte tiro di Piscopo si stampa sulla traversa a portiere battuto e sulla ribattuta è lesto Spila ad accorciare le distanze.

Ma è troppo tardi per sperare in un pareggio che, alla fine, sarebbe ben meritato. I ragazzi di Ciardi, pur giocando un'onesta partita, purtroppo hanno difettato in fase realizzativa, mentre sono emerse alcune "sbavature" in difesa nonostante l'esperienza di un giocatore come Santarelli.

Il tabellino

Arce: Del Duca, Ferazzoli, Solitro, Zazza, Veloccia (28' st Carlini), Santarelli, Pellino (20' st Spila), Lillo, Iacob, D'Alessandris, Piscopo. A disposizione: Cuomo, Bucciarelli, Courrier, Magnani, Ileshi. Allenatore: Ciardi
Audace: Tassi, Falcone, Giammaria, Fumini, Maccarone, Guiducci, Bernardi, Tataranno, Mastrosanti, Greco, Calì (43' st Mucciarelli). A disposizione: Esposito, Battaglini, Tiravia, Nanci, Sandu, Onorati. Allenatore: Greco

Arbitro: Lupoli di Latina
Collaboratori: Di Bello e Cozzuto di Formia.
Marcatori: 45' Mastrosanti (AU), 4' st Iacob (A), 15' st e 30' st Calì, 43' st Spila (A)
Ammoniti: Iacob, Zazza, Veloccia (A), Maccarone, Calì (AU)