Una capocciata da manuale di Giglio ad un minuto dalla fine spedisce in paradiso il Cassino che saluta tutti e attende solo l'ok della matematica per stappare lo spumante e festeggiare il ritorno in Serie D. Gara complicata per i biancazzurri contro un Serpentara arrivato sotto l'abbazia con lo spirito del guastafeste e che si è reso autore di un'ottima gara. Giglio si aggiudica anche il derby tra bomber con il capocannoniere del girone Tozzi, mettendo a segno il gol che lo avvicina al 9 romano e regalando 3 punti pesantissimi ai suoi, anche in virtù del fatto che il Colleferro non è riuscito a vincere a San Cesareo nel suo anticipo.

Partiva bene il Cassino già al 3' con una girata masticata di Giglio su un suggerimento dalla destra di Corrado. Al 6' replicava il Serpentara con una grande incornata di Porzi il quale indirizzava all'angolo il cross di Ilari, e solo un grande guizzo di Della Pietra salvava lo 0-0. Al 20' convergeva Ventura dalla sinistra e concludeva col piede debole: fuori non di molto. Al 33' sfondava dalla sinistra Spaziani che da posizione molto defilata tirava ma colpiva l'esterno della rete. Al 41' Porzi metteva davanti la porta Tozzi il quale non riusciva ad inquadrare lo specchio calciando alto un pallone spiovente che arrivava da dietro. Si chiudeva sul nulla di fatto il primo tempo.

Nella ripresa il Cassino appariva più convinto e voglioso dei tre punti ma in apertura era ancora Tozzi che sparava lontano una bella verticalizzazione. Al 50' calcio da fermo di Partipilo che pescava Mercurio nel cuore dell'area il quale sbucciava la sfera da ottima posizione. Dopo 5' azione da manuale del Cassino: sponda perfetta di Giglio per l'accorrente Corrado, finta, controfinta, diretto avversario a terra ma il tiro faceva la barba al palo. Al 66' su cross di Spaziani da angolo, Ilari non aveva la prontezza di girare verso la porta cassinate venendo praticamente colpito dalla sfera. Il Cassino rischiava di innervosirsi col cronometro che scorreva veloce, ma al 72' arrivava l'occasionissima: Corrado si presentava davanti a Lucangeli ma l'estremo romano riusciva ad ammortizzare la conclusione del 7 cassinate.

All'87' il Cassino reclamava per il vantaggio annullato: una sponda sul secondo palo era corretta da Mercurio che portava avanti i suoi ma per Giordani di Aprilia era offside (dubbio). Appena due minuti dopo, Giglio decollava sulle teste di tutti capitalizzando un calcio da fermo arcuato di Partipilo facendo esplodere il "Salveti". Non bastava un tiro altissimo di Cestrone per riequilibrare la contesa in pieno recupero.

Il tabellino

Cassino: Della Pietra, Di Vito, Santilli, Partipilo, Berardi, Mercurio, Corrado (37'st Perrotti), Darboe, Giglio (48'st Salese), Macciocca (19'st Carlini), Lombardi. A disposizione: Gazzerro, Verdone, Caggiano, Cerrone. Allenatore: Castellucci

Serpentara: Lucangeli, Ilari (33'st Anastasi), Ventura, Piva (45'st Roberts), Savone, Bellucci, Porzi (39'st Porzi), Lustrissimi, Tozzi, Spaziani, Cestrone. A disposizione: Ferrante, Valentini, Mosetti, Koqi, Giustiniani. Allenatore: Baiocco

Arbitro: Giordani di Aprilia
Reti: 44'st Giglio
Ammoniti: Ventura (S), Savane (S) Spaziani (S), Berardi (C), Carlini (C).