Domenica scorsa il Casalvieri ha ottenuto la 17esima vittoria della sua brillante stagione, superando con un perentorio 6-0 il Castro Dei Volsci. Maurizio Rufo, allenatore della squadra gialloblù, parla del roboante successo dei suoi. «Siamo partiti con il piede giusto: dopo pochi minuti eravamo già sopra di due gol, dopodiché la gara si è messa in discesa e abbiamo dilagato. Sono molto contento perché i ragazzi a cui ho dato meno spazio in questa stagione hanno fatto un'ottima prestazione».

Il secondo posto è ormai blindato, mentre il Sora è distante otto punti. «Stiamo disputando una grandissimo campionato. Alla vigilia della stagione l'intento era quello di giocarsela contro tutte e direi che finora ci stiamo riuscendo abbastanza bene. Sapevamo che soffiare il primo posto al Sora sarebbe stato decisamente difficile, considerata la caratura della squadra bianconera». Qualora avvenisse il ripescaggio in Promozione, il Casalvieri punterà come sempre sui giovani talenti locali. «Siamo una squadra formata per la maggior parte da calciatori nati a Casalvieri. In molti si stanno mettendo in mostra, come ad esempio Giordano D'Agostini classe 1997. In futuro continueremo a fare affidamento su questi ragazzi, cercando di puntellare la rosa nei limiti del nostro budget».

La prossima giornata prevede la trasferta in quel di Anitrella. «Una gara da non sottovalutare. L'Anitrella può disporre di una rosa molto valida, basti pensare a Carmassi che reputo un attaccante pericolosissimo. È pur vero che, data la posizione di classifica piuttosto tranquilla, potrebbe affrontare il match con poca cattiveria agonistica. Noi prepareremo la partita nel migliore dei modi».