Francesco Cardinali, attaccante del Città di Anagni, è tornato al gol dopo uno stop di cinque mesi dovuto alla rottura del crociato anteriore della gamba destra. Domenica scorsa, il capitano anagnino ha realizzato una doppietta nella gara contro l'Aurora Vodice Sabaudia. Una soddisfazione non da poco per l'attaccante classe 1990, la cui ultima marcatura risaliva alla prima giornata di campionato, nel match fra Anagni ed Hermada.

Il bomber biancorosso commenta così il 5-1 ai danni del Sabaudia. «Una partita che andava vinta a tutti i costi. Nel primo tempo, i ritmi sono stati decisamente bassi, mentre nella ripresa siamo entrati con un piglio diverso e abbiamo chiuso la gara. Abbiamo aggiunto un altro importante tassello per quel che riguarda la lotta alla promozione diretta». Cardinali esprime tutta la sua soddisfazione per la doppietta messa a referto. «Ho provato una gioia immensa: tornare al gol ed aiutare i miei compagni a vincere, non potevo chiedere di più. Non è stato facile rimanere lontano dai campi, ma adesso l'incubo è finito». Dopo la sconfitta nel big match contro l'Insieme Ausonia, che poteva riaccendere il duello per il primato, l'Anagni ha dimostrato tutta la solidità di cui dispone, vincendo sette gare consecutive. «Come capita alle grandi squadre, quando perdi non vedi l'ora di riscattarti e far vedere che sei la più forte. Per certi versi è stata una sconfitta utile, perché abbiamo alzato ancor di più l'asticella del rendimento».

A sette giornate dal termine del campionato, i dodici punti di distacco dalla seconda rendono la vittoria finale sempre più tangibile. «Se continuiamo così, è pressoché impossibile che il primo posto ci scappi di mano. D'altro canto sarà importante rimanere concentrati e pensare esclusivamente a noi stessi». Il segreto di questa stagione strepitosa è da ricercare nella forte coesione che si è creata all'interno dello spogliatoio anagnino. «La vera forza di questa squadra sta nel gruppo. Nonostante sia capitato spesso e volentieri di fare i conti con numerosi infortuni, abbiamo avuto il merito di compattarci e di uscire dalle difficoltà. Siamo uniti anche al di fuori del terreno di gioco e tutto questo non fa altro che cementare ulteriormente il rapporto che c'è fra di noi». Cardinali spende parole di elogio sia per la società che per mister Fabio Gerli. «La dirigenza è ambiziosa ed ha il pregio di assistere da vicino la squadra. Il proposito è quello di archiviare quanto prima il discorso promozione per poi riuscire a competere ad alti livelli anche l'anno prossimo. Per quanto riguarda il mister, posso dire che si tratta di un professionista serio e preparato. Insomma, credo ci siano tutti i presupposti per un futuro roseo».

A livello personale, Cardinali si augura prevalentemente di mantenere un ottimo stato di forma. «La cosa più importante è cercare di stare bene dal punto di vista fisico, poi viene tutto il resto. Spero di poter giocare con continuità nelle prossime giornate per acquisire una condizione migliore».