Anagni onora nel migliore dei modi Cipriano Ciprianelli e Tommaso Nereggi regalando al ciclismo una manifestazione con numeri di gran pregio e un'organizzazione perfetta. Gran merito della riuscita dell'evento va senz'altro allo staff di Luigi Nereggi e Amedeo Cardinali , un gruppo di amici affiatati che hanno guidato senza intoppi la macchina organizzativa verso il successo finale. L'apertura della segreteria di buon'ora ha sancito l'inizio della manifestazione che ha visto arrivare ad Anagni società da ben 11 regioni: Lazio, Toscana, Veneto, Piemonte, Emilia, Umbria, Abruzzo, Puglia, Basilicata, Campania e Sicilia. Primo impegno della giornata il   trofeo Stazi Arreda GP San Magno giunto alla 37^ edizione e riservato alla categoria Esordienti (13 e 14 anni).

Dopo la partenza turistica da Porta Cerere sotto l'attenta guida del direttore di corsa Agildo Mascitti la gara  si è sviluppata su cinque giri nella parte bassa del comune di Anagni. Tanti i tentativi di fuga ma quello giusto è stato lanciato dal siciliano Andrea Alfio Bruno che imboccava la salita che porta verso la parte alta della città dei Papi con un buon margine che gli consentiva di giungere sotto l'arco di arrivo a braccia alzate. Alle spalle del ragazzo del Team Toscano Giarre la volata per la piazza d'onore è stata vinta dall'abruzzese Palumbo sul campano Lettiero. In quarta posizione il figlio d'arte Lorenzo Giordani che precedeva Rogani, Silvestri e Grammegna. La volata per il successo nella classifica dei "primo anno" se l'aggiudicava il piemontese di sangue ciociaro Miro Carandino che coronava così il sogno di vincere la gara in memoria del nonno Tommaso Nereggi. Per il secondo posto fra i "primo anno" verdetto al fotofinish che premia Luca Recchia su Jacopo Rossi per pochissimi centimetri. In gara  anche le ragazze e  successi di Giulia Giuliani ( SS No-Ce) sulla piemontese Matilde Vitillo (Racconigi Cycling Team) e su Giulia Quattrini (Fiamme Oro) fra le donne Allieve e Patrizia Parravano (Fiamme Oro) fra le Donne Esordienti. Secondo atto della giornata la gara per la categoria Giovanissimi (7-12 anni) affollata dalla presenza di un centinaio di baby ciclisti. Sei le batterie in programma sul circuito che si snodava nel caratteristico centro storico con partenza ed arrivo sotto Porta Cerere. La palma dei migliori ai setini dell'ASD il Pirata IP Zannoni che nella classifica dei team hanno prevalso sulla Volsca Velletri, sui siciliani della Giampi Clan e sull'ASD Città dei Papi. Sul palco delle premiazioni tante coppe e premi per i protagonisti della giornata con ospiti il sindaco di Anagni Fausto Bassetta, i titolari della Stazi Arreda, il vice presidente del CR Lazio FCI Tony Vernile, il pres.onorario Bruno Vallorani, il presidente del Comitato Provinciale FCI Frosinone Lucio Parravano con il segretario Vittorio Iafrate ed i consiglieri Mauro Soscia e Sebastiano Retarvi. A consegnare i premi le famiglie Ciprianelli e Nereggi entusiaste della bella giornata di ciclismo allestita per ricordare i loro cari Cipriano e Tommaso.


ORDINI D'ARRIVO
Esordienti 2° anno
1° Bruno Andrea Alfio (Team Toscano Giarre Sicilia) 2° Palumbo Riccardo (Team Masciarelli) 3° Lettiero Armando (Poggiomarino Team Balzano) 4° Giordani Lorenzo (GS Borgonuovo) 5° Roganti Simone (Nuova Spiga Aurea) 6° Silvstri 7° Grammegna 8° Di Tullio 9° Gabrielli 10° Masciarelli
Esordienti 1° anno
1° Carandino Miro (Nonese Cycling Team) 2° Recchia Lucca (Roccasecca Bike) 3° Rossi Jacopo (Team Anagni Pantanello) 4° Rosioru David (Il Pirata IP Zannoni) 5° Palumbo Giuseppe (Movicoast Sport e Turismo) 6° Morea 7° De Cesaris 8° Pisana 9° Migliorisi 10° Maurizi