Mercoledì 26 Aprile alle 20,30 l'under 18 del Basket Ferentino scenderà in campo al Ponte Grande per la finale regionale Elite contro la Vis Nova Roma. I gigliati cercheranno di battere i pari età capitolini per conquistare il titolo e l'accesso alla fase interzona, un appuntamento che potrebbe spalancare le porte delle finali nazionali di categoria.

A prescindere dall'esito della finalissima e delle eventuali altre gare, la stagione della squadra allenata da coach Alessandro Iacozza può già essere considerata estremamente positiva, visto anche il bel percorso compiuto nella regular season della fase Eccellenza, dove i ciociari hanno sfiorato la qualificazione alla fase nazionale. Ad impreziosire il tutto anche le soddisfazioni che lo stesso gruppo sta regalando nel campionato under 20 regionale, nel quale i ragazzi guidati da Giampasquale Suriano (assistente con l'Under 18) non hanno risentito della differenza di età con gli avversari e si sono brillantemente qualificati per la seconda fase.

Successi e soddisfazioni che portano la firma di un intero territorio poiché il roster è frutto anche della proficua collaborazione che il club amaranto ha messo in atto da alcune stagioni con le altre realtà della Ciociaria. Un interscambio di giocatori, idee e intenti che sta iniziando a dare i suoi frutti sia a livello di risultati sia per quanto riguarda il miglioramento individuale dei ragazzi.

"Vanno sicuramente ringraziate tutte le Società per questa collaborazione, e lo faccio in primis a nome del nostro Presidente Vittorio Ficchi – commenta il general manager amaranto Ferencz Bartocci – che sintetizza come il basket in Ciociaria abbia giovani atleti di ottima qualità che, uniti tra loro, possono portare il territorio a risultati davvero importanti. Oggi siamo ad elogiare i nostri giovani Under 18 e comunque l'intero gruppo Under 20 ma voglio evidenziare come dietro le quinte il lavoro dei dirigenti Matteo Segneri e Remo Mastrangeli sia davvero impagabile e che il gran merito di come si è lavorato in questa stagione va sicuramente a loro e se oggi dunque siamo alla vigilia di un grande evento regionale non si può che non citare il lavoro che in questi anni ci ha portato alla finale. Quella passione e competenza di Stefano Fiorletta e del responsabile tecnico Massimo Salvo (affiancato in palestra con i più piccoli da Lorenzo Briglianti e da questa stagione anche da Jacopo Maritato) che sta iniziando davvero a dare dei frutti molto molto interessanti per l'intero movimento amaranto".


La pensa così Antonio Efficace, presidente della Scuba Frosinone che ha concesso il prestito di Eugenio Lisi e Giorgio Stazi: "Per i miei giocatori quella con la FMC è stata un'esperienza sicuramente positiva, sono stato entusiasta fin dall'inizio di mandarli al Ponte Grande. Il nostro rapporto con la società gigliata è molto intenso e si rispecchia anche nell'Under 16, dove siamo noi ad ospitare alcuni ragazzi di Ferentino. Negli ultimi anni le iniziative del genere stanno aumentando e stanno iniziando ad arrivare i risultati, come quelli raccolti quest'anno dal club amaranto. Penso che questo sia l'unico modo che il nostro territorio ha per competere con bacini d'utenza molto più grandi, bisogna unire sempre di più le forze per creare squadre competitive, consentendo ai ragazzi di vivere esperienze di alto livello. Mi auguro che i traguardi raggiunti da Ferentino facciano da traino per ideare collaborazioni sempre più importanti".

Dello stesso tenore le parole del presidente della Fortitudo Anagni, Tommaso Di Palma: "Ho mandato Andrea Flaviani a Ferentino con grande piacere, la nostra collaborazione con il club amaranto è nata tre anni fa ed è sempre continuata con ottimi rapporti, sono convinto che il ragazzo sia migliorato molto con questa esperienza". Il patron biancorosso ha parlato anche del doppio tesseramento di Daniel Datuowei e Abdel Kader Aatata, impegnati con la Serie D anagnina nella corsa per raggiungere i playoff: "Anche loro sono ragazzi che ho visto crescere nel nostro centro sportivo e sono contento che siano tornati per darci una mano con la prima squadra. Avevamo bisogno di forze fresche e loro due sono stati un'aggiunta molto importante in questo senso".

Tre elementi (Matteo Calicchia, Pierpaolo Cestra e Marco Renzi) provengono dal Basket Academy Veroli: "Il nostro obiettivo era far giocare questi ragazzi in Eccellenza – ha spiegato il responsabile della società, Francesco Calcabrina – per dare loro modo di confrontarsi con i migliori giocatori del Lazio. Questo traguardo è stato raggiunto già nella prima fase, poi ero convinto che in quella Elite Ferentino fosse una delle formazioni più attrezzate e mi aspettavo che arrivasse a questi risultati importanti. Credo che il roster assemblato dal club gigliato sia uno dei competitivi nella storia della nostra provincia a livello giovanile, la società è stata molto brava a trovare la collaborazione di diverse realtà del territorio. Il percorso dei miei tre giocatori è stato molto buono, giocando anche in Serie D hanno avuto la possibilità di disputare ogni settimana due partite di buon livello e questo ha dato loro un ulteriore input per crescere e migliorarsi".

Infine Maurizio Boezi, presidente del Nuovo Basket Alatri, società di provenienza di Dell'Uomo e Stirpe, ha dichiarato: "Giudico positivamente queste due stagioni vissute da Alessandro e Gabriele a Ferentino. Sono felice che i due ragazzi abbiano avuto l'opportunità di allenarsi quotidianamente con i migliori prospetti del nostro territorio e affrontare le squadre più forti della regione, penso che tutto questo abbia giovato alla loro crescita individuale, andata di pari passo con quella di tutto il resto del gruppo".

Insomma un progetto che ha raccolto fin dall'inizio il favore di molte realtà della Ciociaria, le quali hanno permesso ai loro atleti di rinforzare il roster amaranto e di riflesso compiere passi importanti nella propria crescita. Se nelle parole dei dirigenti c'è molta soddisfazione, nelle menti dei ragazzi c'è soltanto la voglia di continuare questa splendida stagione e renderla indimenticabile: per farlo ci sarà bisogno di un'affermazione nella gara contro la Vis Nova.

A cura di: Roberto Caporilli (Ufficio Stampa Basket Ferentino)