Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 21 Gennaio 2017

Meteo Frosinone

La pianta grassa.

Naomi Giudice

Biografia:

Naomi Giudice, scienziata della Moda e del Costume, mi vesto male solo per farmi notare. Cerco sempre le parole e raramente le perdo, mi piace guardare nelle finestre e raccontare storie inventate, sforno dolci in continuazione ma non li assaggio quasi mai. Mi diletto nella ricerca di notizie strampalate e le metto nero su bianco tinte di arcobaleno. Tuttavia non datemi retta: non dico bugie ma nemmeno tutta la verità

Calendario dei post

Giornate bipolari. La psicologia dell'ombrello

In questi giorni di meteo psicolabile, di piogge torrenziali poco dopo il solleone, di mattini coi pinguini e mezzogiorni coi cammelli, di felpe impagabili per il mite tepore e canotte salvareni rincalzate nei jeans, di maniche corte di buon auspicio sotto la giacca imbottita di pile, di “non esistono più le mezze stagioni’’ e pure la pazienza comincia a scarseggiare, esiste un metodo infallibile contro gli ...

La rivincita del palinsesto: one, two, trash... via!

Finalmente, dopo mesi di giornate passate a sventagliarsi di fronte al televisore che spento sarebbe stato uguale, sprovvisto di svaghi nel tedio dell’afa, in grado di offrire solo scarti di fiction flop e d’annata. Dopo interminabili ore di desertico zapping senza approdo, causa di tendinite da sforzo e sconforto, di pomeriggi trascorsi con lo sguardo vacuo davanti a teleromanzi di zitelle e cavalli e repliche su ...

Palestra manco di cognome: quei soliti simpaticoni dei buoni propositi di settembre

Oramai è settembre, m’iscrivo in palestra. Mi compro un bel leggings mimetico da provetta marines, mi armo di Gatorade e Ipod aggiornato e appicco roghi di calorie sul tapis roulant. Macino più km sulla cyclette che manco Coppi e Bartali al Tour de France. Dissocio la dieta e mi dissocio dai grassi, mi condisco il petto di pollo di lacrime e fame e per trasgredire mi concedo un centrifugato dissetante al gusto kebab....

Driiin: il primo giorno di scuola è comunque uno di meno

Driiin! La sveglia presa a cazzotti maledice il primo giorno di scuola quanto lo scolaro che sogna ancora il mare. Colazioni fuggiasche rimandate all’assalto al distributore automatico, scassinato per intascarsi manciate di Oreo e di Fonzies al formaggio, da addentare alternati per garantirsi un equilibrato retrogusto di cacao del biscotto e fetente groviera. Spine dorsali incurvate da cartelle giganti per ...

Una giornata di mare: non sarà bella ma... un tipo

Che si tratti di una domenica d’agosto, di un giorno di ferie o di una fuga improvvisa sulla strada del mare, è la spiaggia la meta dei nostri miraggi, quelli agognati tutto l’inverno e poi maledetti, in coda nel traffico o tra le file di sdraio stipati sotto l’ombrellone. La traversata comincia sempre col buonumore, armati di orca galleggiante spiaggiata sul portapacchi e sguardo schermato dagli occhiali da sole, e ...

Pokémon Go, la caccia è qui

Caro vai a caccia? No, a Pokémon. Ogni epoca ha il suo raccolto di stagione e – chi ce lo doveva dire? – ora insieme alle prugne è tempo di Pokémon. Avete presente il cartoon che andava di moda a inizio anni 2000, quello delle piccole creaturine animate e polimorfe disseminate nelle foreste giapponesi, e indistintamente nelle sorprese delle merendine, destinate ad arruolarsi come magneti sul frigo? Esatto, gli ...

Il decalogo dell’insalata di riso

Patire l’afa estiva ma dover comunque provvedere al proprio sostentamento, economizzando quanto possibile sul dispendio di calore da parte dell’Infero-piano cottura e sulla temperatura dell’appetibil boccone, perché persino l’acquolina sono le papille che stanno sudando. Apporre un pentolone d’acqua sul fuoco e fissarla finchè non bolle, metterle soggezione, incuterle timore. Ricordarsi di salare l’acqua accogliendo ...

Telecronaca in salsa rosa (che sulle kartoffeln almeno sta bene)

Fratelli d’Italia, e anche cugini, vicini e lontani, di campagna e di grado superiore al quinto: sedate i vostri animi –coraggio! – amareggiati, certo,  dopo la rovinosa disfatta di Italia-Germania. Basterà un poco di zucchero e la pillola va giù, unica accortezza evitare il cucchiaio. Non è stato sereno il cielo sopra Berlino e infatti è stato Bordeaux lo scenario apocalittico dell’acquazzone estivo che ha ...

Il solstizio d’Iglesias, ovvero la dura legge del tormentone

È primavera, svegliatevi bambine. Ma se è l’estate che bussa alle porte risparmiatevi di guardare nello spioncino: quello è Enrique Iglesias che ha sfornato per voi l’ultima bachata devastante, che travolge senza esclusione di colpi, se non d’anca, pure i tronchi di pino più austeri. Ogni anno riciccia come le nespole al primo abbozzo di sole, giusto in tempo per guarire le pene d’amore e rifiondarsi a capofitto sul ...