Prosegue l’ondata degli atti vandalici nel centro storico. A Sant’Erasmo presa di mira un’abitazione. Sportello del contatore distrutto e sassi in giardino. Tanta la rabbia dei residenti. "Basta parlare di bravate –  commentano i residenti - chi agisce sa quello che fa e per questo va punito. Siamo stanchi di subire, non siamo più  padroni nemmeno in casa nostra. Cosa dobbiamo fare?". La rabbia è tanta e la gente è stanca di accettare certi soprusi ormai all’ordine del giorno. Proprio ieri, a farne le spese sono stati gli inquilini di una villa a Sant’Erasmo che si sono ritrovati con lo sportello del contatore di acqua e gas completamento distrutto, probabilmente da un calcio sferrato con una violenza inaudita, e che già era stato riparato perché oggetto dell’ennesimo atto vandalico. Ma non solo danni alla proprietà. I proprietari della villa hanno trovati grossi sassi in giardino.