Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Lanciano pietre per gioco. Teppisti segnalati all'ufficio tecnico del Comune
0

Lanciano pietre per gioco. Teppisti segnalati all'ufficio tecnico del Comune

Veroli

Lancio di pietre monumentali alla Rocca. Ennesimo atto vandalico ad opera di ignoti che preoccupa non poco i residenti di San Leucio. La segnalazione è già arrivata all’ufficio tecnico comunale. Si teme che lo scherzo di teppisti possa presto sfociare in tragedia. Hanno divelto di forza l’ennesimo masso monolitico ai lati della storica Rocca lasciandolo cadere a valle, a due passi dalle case.

Fortunatamente si sono fermati a ridosso degli alberi. Ma non è certo la prima volta che accadono episodi simili. Quel patrimonio storico archeologico è ormai in balia dei vandali che di notte si divertono a danneggiarlo. «Siamo stanchi di subire le angherie di pochi sciacalli - denunciano i residenti - quelle grosse pietre sono una risorsa per la Rocca che da secoli le custodisce gelosamente. Non è giusto che vengano divelte e gettate via come se fossero pietre comuni. C’è inoltre il rischio che vadano a finire sui tetti o nei giardini delle abitazioni, allora sì che forse si decideranno a prendere provvedimenti».

La segnalazione è già arrivata negli uffici competenti di Palazzo Mazzoli. Quei massi rappresentano una parte di storia della città ernica che rischia, però, di scomparire. Ma la Rocca è da tempo abbandonata a se stessa e le condizioni in cui versano le mura poligonali ne sono un esempio.

Un’estate intera sommerse da erbacce tanto che il Comitato dei Quartieri alti aveva già proposto all’amministrazione comunale un primo intervento per la riqualificazione dell’area. «Quel sito, noto a livello nazionale e testimonianza dell’antico popolo degli Ernici –l’appello del Comitato - va tutelato e valorizzato anche nella cura dello spazio verde che lo delimita. E’ n e c e ssario, però, il sostegno dell’ente per la sostituzione totale delle ormai fatiscenti e pericolose staccionate di legno, poste a protezione di aree di rischio».

Necessaria, ora più che mai, la messa in sicurezza della scarpata rocciosa e in particolare di alcune piccole aree monumentali a ridosso della strada comunale. Tutte proposte valide finite evidentemente in uno dei tanti cassetti del Municipio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400