Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Furto in abitazione: portsti via armi e oro. Bottino di migliaia di euro

La finestra sul retro dalla quale si sono introdotti i malviventi

0

Furto in abitazione: portati via armi e oro. Bottino di migliaia di euro

Veroli

Rubano una fuciliera con dentro armi da caccia e gioielli. L’incredibile furto è stato messo a segno lo scorso pomeriggio in via Cona dei Greci. Gli inquilini erano all’estero per una breve vacanza. Ad accorgersi dei malviventi è stato l’anziano vicino di casa che ha subito allertato il 112. Per nulla spaventati, i ladri hanno continuato a saccheggiare l’abitazione per poi darsi alla fuga prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Erano andati in Francia per qualche giorno e proprio a casa di parenti hanno ricevuto la triste notizia che li ha costretti ad anticipare il rientro.

La cronaca

Erano circa le 17 di mercoledì pomeriggio quando i ladri hanno raggiunto via Cona dei Greci in auto. Hanno parcheggiato lungo la strada provinciale e in tre sono entrati in azione (il quarto “palo” era all’esterno). Si sono diretti verso il retro del villino dove c’era una vecchia finestra con le persiane di legno. Con un arnese da scasso sono riusciti a forzarla senza nemmeno danneggiarla. Una volta in casa, sono saliti al piano superiore.

Sapevano probabilmente cosa e dove cercare. Indisturbati, hanno iniziato a rovistare dappertutto. Cassetti e armadi sono stati svuotati, vestiti e biancheria buttata a terra. Conclusa la ricerca, hanno preso d’assalto una fuciliera, un mobile blindato che non riuscendo forse ad aprire hanno trascinato giù per le scale. Al suo interno i proprietari avevano riposto oltre ai fucili da caccia, anche i gioielli. Un bottino di migliaia di euro.

Proprio mentre calavano la fuciliera, un tonfo ha insospettito il vicino di casa che è andato a controllare. Si è affacciato alla finestra al piano terra del villino ma si è trovato faccia a faccia con tre banditi. «Siamo carabinieri e cerchiamo la droga». Questa la scusa dei malviventiper mettere a tacere il poverino che non si è lasciato abbindolare e tornato a casa ha immediatamente chiamato il 112.

Dalla stazione di Veroli si è messa in moto una pattuglia dei carabinieri. La banda però è riuscita a caricare la fuciliera con l’oro nel bagaglio dell’auto (a quanto pare una BMW) che intanto si era spostata dalla strada al giardino di casa. E poi via verso la fuga. All’arrivo delle forze dell’ordine, dei ladri non c’erano più tracce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400