Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Festa patronale finisce a botte Furibonda lite in piazza Padre Pio

Carabinieri in azione

0

Festa patronale finisce a botte
Furibonda lite in piazza Padre Pio

Monte San Giovanni Campano

Botte da orbi e festa patronale rovinata. Una furiosa lite è improvvisamente scoppiata l’altra sera in piazza Padre Pio a la Lucca mentre erano in corso i festeggiamenti in onore della Madonna.


L’increscioso episodio si è verificato poco dopo la mezzanotte. In piazza si era appena concluso lo spettacolo organizzato da alcuni bambini e tanti gli spettatori che si erano intrattenuti per la tradizionale cocomerata, organizzata dal comitato festeggiamenti. Ad un certo punto, due uomini, entrambi sulla quarantina, uno di Ceccano l’altro di Frosinone, hanno iniziato ad alzare la voce richiamando l’attenzione dei presenti. In men che non si dica, gli animi si sono surriscaldati ed è successo l’inverosimile.
Una parola fuori posto, le solite minacce da bulli un po’ troppo cresciuti e sono partiti prima gli spintoni e poi è volato anche qualche cazzotto. Tutto davanti agli occhi di intere famiglie che erano venute ad assistere allo spettacolo di figli e nipoti.
Una tranquilla serata estiva rovinata, insomma, dalla furia molesta dei soliti facinorosi sempre in vena di fare baldoria. I due se le sono date di santa ragione, mentre qualcuno cercava di separarli senza però riuscirci. Non c’era, infatti, verso di placare la loro rabbia e alla fine sono state allertate anche le forze dell’ordine. Sulle cause della violenta lite dovranno accertare i carabinieri della locale stazione, subito intervenuti sul posto a sedare gli animi.
Non è nemmeno chiaro se i due si fossero dati appuntamento alla festa monticiana o se, invece, si erano incontrati in paese per caso. Forse vecchi rancori hanno spinto i quarantenni ad insultarsi e poi a picchiarsi tanto che per uno è stato necessario anche l’intervento del 118.
Trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone, l’uomo ne avrà per dieci giorni terminati i quali dovrà recarsi in caserma a dare spiegazioni di quanto accaduto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400